Sport

pubblicato il 12 novembre 2010

Successo KTM alla Sei Giorni 2010

Trionfo di Johnny Aubert a Morelia, Oldrati il migliore degli italiani, terzo nella E2

Successo KTM alla Sei Giorni 2010
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 1
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 2
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 3
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 4
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 5
  • International Six Days Enduro 2010 - anteprima 6

L’edizione numero 85 della Sei Giorni Internazionale di Enduro si è conclusa sabato scorso a Morelia, in Messico. Per i piloti ufficiali del team Factory Racing Enduro è stata un’altra occasione per brillare sulla scena
internazionale. Per KTM, l’ulteriore opportunità di fornire a tutti i piloti il suo servizio di assistenza e ricambi dedicato agli amatori.
I partecipanti alla Sei Giorni hanno trovato condizioni e terreni molto diversi fra loro. Nei primi due giorni gran caldo e molta polvere per tutti. Proprio la polvere è costata il ritiro allo statunitense Cory Buttrick, membro della squadra in corsa per il Trofeo Mondiale. Per la scarsa visibilità il pilota KTM è caduto sbattendo violentemente contro un albero ed è stato costretto al ritiro. Per lui, fortunatamente, solo abrasioni e contusioni. L’edizione messicana della Sei Giorni sarà ricordata anche per esser diventata alla fine una "cinque giorni": la sesta ed ultima tappa è stata infatti annullata dagli organizzatori dopo che le autorità locali assieme alla polizia non avevano potuto garantire le opportune misure di sicurezza per l’evento. Decisione che è stata approvata dalla giuria Internazionale.
Ancora una volta, KTM è stata impegnata in maniera importante alla Sei Giorni con un servizio di assistenza clienti, con ricambi e meccanici esperti a disposizione della clientela e dei piloti amatori che hanno preso parte all’evento.

JOHNNY AUBERT TRIONFA IN GARA
Senza dubbio la star di KTM in questa edizione messicana è Johnny Aubert. Il francese ha dominato tutte le giornate di gara e ha dato un contributo essenziale alla vittoria della nazionale francese. Aubert è stato modello esemplare di consistenza e velocità, su tutti i terreni ed in ogni condizione, tanto che si è aggiudicato la classifica assoluta della competizione.

PROVA DI FORZA DEI PILOTI ITALIANI KTM
Al secondo posto nella classifica del Trofeo Mondiale si è piazzata la nazionale italiana, grazie anche alle ottime prove dei piloti ufficiali KTM Thomas Oldrati, terzo nella E2, Simone Albergoni che si è piazzato quarto nella classe E3 e Alessandro Belometti, sesto nella E3.

EERO REMES FARO DELLA NAZIONALE FINLANDESE
Lo schieramento di piloti KTM ha aiutato la Finlandia nella conquista del terzo posto finale. La squadra nordica ha visto Eero Remes giocare il ruolo di leader: è stato secondo nella E1 per quattro giorni, e quindi terzo in quello successivo. Remes è stato perfettamente supportato da Oskari Kantonin, sempre su KTM.

USA CONQUISTA IL QUARTO POSTO NEL TROFEO MONDIALE
Mike Brown e Kurt Caselli sono state le pedine chiave della nazionale statunitense che ha ottenuto uno dei suoi migliori risultati di sempre nel Trofeo Mondiale, con il quarto posto. I due piloti ufficiali KTM sono sempre stati nella top ten, con Caselli, fresco vincitore del titolo WORCS negli States, spesso nella top five.

IL TROFEO JUNIOR NELLE MANI DEI GIOVANI SPAGNOLI
Piloti KTM in vetta anche nel Trofeo Junior e in particolare nella squadra spagnola. Il campione del mondo enduro junior Lorenzo Santolino assieme a Mario Roman hanno confermato l’ottimo stato di forma guidando il team iberico alla conquista del Trofeo riservato ai piloti più giovani nel Trofeo Junior. Al secondo posto la Svezia con il pilota KTM Henk Lindholm, terzi gli Stati Uniti con Ian Blythe e Cory Buttrick su KTM.

KTM PRESENTE NEL TROFEO FEMMINILE E NEL TITOLO COSTRUTTORI
Nel Trofeo Femminile si sono messe in luce Kerrie Schwarz e Nicole Bradford, componenti del team USA che ha conquistato il secondo posto finale dietro la Francia. I team KTM hanno dominato anche la speciale classifica riservata ai costruttori con piazzamenti in 1° e 2° posizione, poi ancora in quinta, ottava, decima e dodicesima piazza. Il migliore dei piloti locali è stato Homero Diaz, settimo con la sua
KTM nella categoria E3.

AARON BERNADEZ VINCE IL KTM TOUGHEST CLUB RIDER AWARD
Per riconoscere l’importanza della Sei Giorni per i piloti privati, KTM ha sponsorizzato anche il premio speciale "KTM Toughest Club Rider" che è stato vinto quest’anno dallo spagnolo Aaron Bernadez.


NEL 2011 LA SEI GIORNI VA IN FINLANDIA
La Sei Giorni si è sempre corsa fin dal lontano 1913, quando si disputò a Carlisle, Inghilterra, con la sola eccezione del periodo delle due guerre mondiali. Nel 2011, l’evento di fuoristrada più antico si terrà in Finlandia, ad agosto.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 1
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 2
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 3
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 4
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 5
  • KTM gamma cross enduro minicross 2011 - anteprima 6

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , enduro , gare , fuoristrada , piloti


Top