Attualità e Mercato

pubblicato il 7 novembre 2010

Rca al Sud, l'Isvap indaga. Arriveranno le multe?

Polizze carissime nel Meridione: le Compagnie verranno sanzionate?

Rca al Sud, l'Isvap indaga. Arriveranno le multe?

Il giochino delle Compagnie è semplice: per liberarsi di clienti "scomodi" (come motociclisti del Sud Italia, specie Napoli), sparano tariffe altissime, che inducono il cliente a scappare. Così chi potenzialmente causa tanti incidenti costosi viene emarginato: è una "pulizia geografica". Per questo, l’Isvap (vigila sulle Assicurazioni) ha disposto l’apertura di otto istruttorie nei confronti di altrettante Compagnie per sospetta elusione dell’obbligo a contrarre previsto dalla legge.

FINO A 8.500 EURO L’ANNO!
Queste istruttorie si aggiungono ad altri sei analoghi interventi intrapresi a giugno. Si tratta di compagnie che praticano, in particolare al Sud e nei confronti dei giovani, tariffe elevatissime. L’Isvap parla di premi fino a 8.500 euro: un record mostruoso. Che ci avvicina più a un Paese del Terzo Mondo che a una nazione dell’Europa centrale.

FUORI DI QUI
Altra questione, la disdetta di massa operata da alcune Compagnie in Campania, Calabria e Puglia: via i clienti potenzialmente costosi, come documentato dalle crescenti segnalazioni degli utenti che pervengono all’Autorità. Anche su questa materia sono state aperte istruttorie nei confronti delle compagnie coinvolte.

CHE FARE
Ecco cosa consiglia l’Isvap: ricordate che, in caso di disdetta di un contratto Rc auto da parte dell’Impresa, se chiedete al medesimo assicuratore la copertura, avete diritto a ottenerla e dovete essere considerato "vecchio cliente", con la conseguenza che la tariffa applicabile non può che essere quella in vigore per la clientela della Compagnia al momento della ripresa del contratto senza ulteriori aggravi. Insomma, il suggerimento dell’Isvap è di puntare i piedi.

SERVONO MULTE
Per stroncare il fenomeno, l’Isvap dovrebbe quindi sanzionare in modo pesante le Compagnie che hanno agito scorrettamente. Una piccola multa servirebbe a poco o nulla.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , trasporti


Top