Novità

pubblicato il 29 ottobre 2010

BMW G 650 GS 2011

Il ritorno del "Giessino" ad ECIMA 2010

BMW G 650 GS 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 1
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 2
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 3
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 4
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 5
  • BMW G 650 GS a EICMA 2010 - anteprima 6

Dopo la la F 650 GS a Monaco sono tornati sui loro passi. Questo tipo di moto vende, costantemente e senza picchi, ma vende. In gamma mancava però una enduro stradale media con il monocilindrico, ed ecco che in BMW Motorrad ha pensato di utilizzare il propulsore della Serie G e rivedere l’estetica del vecchio "Giessino", presentandone ad EICMA 2010 una versione tutta nuova. L’idea è quella di rinfrescare l’estetica, seguendo la linea delle GS più grosse, ma offrendo però al pubblico una moto per nulla impegnativa nella guida e con costi di gestione decisamente bassi, inclusi i consumi. Tutto questo però, senza rinunciare alla qualità BMW Motorrad e all’identità che la Casa dell’Elica si è creata. Non solo turismo dunque, ma anche quel pizzico di aggressività che piace a tutti, vecchia generazione di bmwisti e non.

UN MONO ONESTO E PARCO NEI CONSUMI
Come dicevamo il motore è il monocilindrico della serie G, ovvero il due alberi a camme in testa che eroga una coppia massima di 60 Nm a 5.000 giri/min. ed una potenza massima di 48 CV a 6.500 giri/min. Cinque le marce e con un rapporto di compressione pari a 11,5:1 e che grazie ad un peso di 192 Kg consente alla nuova G 650 GS di percorrere con soli 3,2 litri di carburante, ben 100 Km ad una velocità di 90 Km/h (l’autonomia è di oltre 350 Km).

CICLISTICA FACILE
La ciclistica di questa monocilindrica è stata studiata per rendere al pilota la vita… facile, ovvero un ottimo handling che consente di guidare veloci nei percorsi urbani (e affrontare qualche facile sterrato) ed allo stesso tempo stabile quando si percorrono strade extraurbane a velocità leggermente più alte, e magari in due. Il telaio è in acciaio a doppia trave ed il telaietto posteriore è avvitato. All’anteriore troviamo una forcella telescopica ed al posteriore è montato un forcellone in acciaio sul quale lavora un monoammortizzatore centrale collegato tramite leveraggio. A frenare il "Giessino" ci pensa un disco singolo all’anteriore da 300 mm ed uno al posteriore 240 mm, e naturalmente è disponibile l’ABS disattivabile per la guida in fuoristrada. I cerchi vedono le misure di 19" all’anteriore e 17" al posteriore.

DESIGN PIU’ AGGRESSIVO
Tutte le plastiche sono state completamente ridisegnate, in particolare la zona frontale che dona alla vista più leggerezza e dinamicità. Questo grazie al proiettore asimmetrico ed al parafango spiovente in pieno stile GS. Zone verniciate, ma anche gli elementi in materiale sintetico di colore nero, fanno insieme al colore nero utilizzato anche per motore, coperture terminali di scarico, telaio, forcellone e foderi forcella, un effetto che rende la moto più aggressiva. La sella è bicolore, e le colorazioni sono due: Aurwhite e Orangerot.
Il cockpit ha un design più sportivo (tachimetro LCD e contagiri analogico), i lampeggiatori sono grigio fumo ed i comandi al manubrio sono nuovi. Non manca un piccolo parabrezza per deviare l’aria, come sono presenti a catalogo una serie di accessori come da tradizione BMW Motorrad.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 1
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 2
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 3
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 4
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 5
  • BMW G 650 GS 2011 - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Novità , monocilindriche , turismo , eicma 2010


Top