Novità

pubblicato il 27 ottobre 2010

Honda CBR 250R 2011

Ecco la prima novità 2011 per la Casa dell'Ala. Fa 27 km con un litro

Honda CBR 250R 2011

La Casa giapponese ha alzato i veli sulla sua prima novità, una delle tante anteprime che verranno presentate ad EICMA 2010. Si tratta della nuova Honda CBR 250R, una quarto di litro che cerca di esprimere tutte le virtù di una 250cc, ma sempre con il blasone della famiglia CBR. Il risultato è una moto apparentemente sportiva, ma non estrema che, a detta della Casa dell’Ala, risulta molto versatile, così come d’obbligo nella quotidianità.

ESTETICA RIUSCITA
Sangue CBR non mente. La carena è integrale, molto slanciata e gradevole fino al taglio del codone posteriore; solo lo scarico laterale risulta forse un po' troppo voluminoso... Il lavoro svolto dai designer giapponese ha poi voluto tener conto dei tratti tipici di una Super Sport, ma senza dimenticarsi del comfort e del passeggero: le maniglie sul codone sembrano pratiche, mentre sotto la sella del passeggero non manca lo spazio per il kit di attrezzi e altri accessori come l’antifurto meccanico a U, il telo protettivo o il kit di emergenza. La strumentazione è digitale e offre informazioni come velocità, regime di giri, temperatura del motore, livello del carburante, orario e contachilometri totale/parziale.
Due le colorazioni disponibili: Asteroid Black Metallic (più elegante) e Pearl Blue - Tricolour (quella sportiva) ispirata alle livree delle moto Honda da competizione.

NUOVO MONOCILINDRICO
Il cuore della CBR250R 2011 è un monocilindrico da 249,4 cc raffreddato a liquido con testata del cilindro a 4 valvole e layout a doppie camme in testa caratterizzato da una distribuzione DOHC e alimentazione a iniezione elettronica PGM-FI che, tra le altre cose sfrutta un filtro del carburante esterno che contribuisce a ridurre ulteriormente i costi di manutenzione ordinaria. Le prestazioni si riassumono in una potenza massima di 26,4 CV a 8.500 giri/min e una coppia massima di 22,9 Nm, numeri non apocalittici, ma, se si considera il cambio a sei rapporti e il peso della moto contenuto in 162,8 kg, i cavalli e la coppia della 250 di Honda dovrebbero assicurare il giusto mix di accelerazione e brio, mantenendo al contempo i consumi contenuti. La Casa giapponese, in questo senso, dichiara una percorrenza media di ben 27 chilometri con un litro di benzina, per un’autonomia di oltre 350 chilometri, grazie anche al serbatoio da 13 litri.

CICLISTICA GENUINA
In abbinamento ad un telaio in acciaio con configurazione perimetrale, la nuova CBR250R monta una forcella idraulica con steli da 37mm e una sospensione posteriore con monoammortizzatore Pro-Link. Passando al contatto con la strada, la piccola CBR adotta cerchi in lega con pneumatici nelle misure 110/70-MC17 all’anteriore e 140/70-MC17 al posteriore. Il comparto freni è invece rappresentato da un monodisco con diametro da 296 mm all’anteriore con pinza a doppio pistoncino, mentre al posteriore è presente invece un disco da 220 mm con una pinza a pistoncino singolo.

Autore: Redazione

Tag: Novità , monocilindriche


Top