Sport

pubblicato il 13 ottobre 2010

MotoGP, Stoner: una squadra a tre punte è molto stimolante

Le scelte della Honda non preoccupano Stoner

MotoGP, Stoner: una squadra a tre punte è molto stimolante

Il weekend ha regalato molti rumors sul mercato piloti 2011 della MotoGp. Il più interessante però è senza dubbio quello che riguardava il futuro della squadra ufficiale Honda: proprio quando Andrea Dovizioso sembrava essersi convinto ad accettare il trasferimento al team Gresini, sembrano essersi materializzati dei nuovi orizzonti.

Infatti si è tornato a parlare di una squadra HRC a tre punte, ma con sole due moto con i colori Repsol, che sarebbero quelle di Dovizioso e Dani Pedrosa. Casey Stoner invece avrebbe una RC212V con i colori della HRC e sarebbe gestita separatamente dalle altre due: questo perchè a quanto pare la Repsol avrebbe imposto alla Honda di non far entrare Livio Suppo nel box di Pedrosa nel ruolo di team manager.

Questi gossip però non sembrano preoccupare più di tanto Stoner, che rimane convinto di aver fatto la scelta giusta puntando sulla Casa giapponese: "Sono certo che sarò in un team ufficiale, non importa quale. L'idea delle tre moto non mi preoccupa e sono ancora convinto al 100% della scelta che ho fatto qualche mese fa" ha detto.

"Ci sono stati molti cambiamenti e un sacco di voci in giro. Le persone continuano a cambiare idea e non ho ancora idea di come andrà a finire, ma se devo dire la verità non ha tanta importanza per me. Mi interessa solo del mio lato del box" ha aggiunto. Per quanto riguarda l'eventualità di una squadra a tre punte, l'australiano sembra addirittura caricato dall'ipotesi che sa di un passato glorioso: "Ho sentito la voce del team con tre piloti, ma non voglio sapere nulla fino a quando non è ufficiale. Penso che un team con tre moto potrebbe essere interessante. Ci sono stati giorni gloriosi con Okada, Criville e Doohan".

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp


Top