Sport

pubblicato il 11 ottobre 2010

Pharaons Rally 2010: Coma, un doppio... poker!

Marc Coma vince quattro volte il Rally ed è quattro volte Campione del Mondo

Pharaons Rally 2010: Coma, un doppio... poker!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 1
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 2
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 3
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 4
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 5
  • Pharaons Rally 2010 - anteprima 6

Nel weekend appena passato si è concluso il Pharaons Rally, dove la vittoria di Marc Coma su KTM 690 era data abbastanza per scontata. Lo spagnolo è così alla sua quarta vittoria in questo rally e ha portato a casa il risultato vincendo anche nell’ultima tappa, una speciale velocissima di 240 chilometri che ha attraversato la Depressione di Qattara e che ha fatto approdare i piloti sulle rive del Mediterraneo.
Il catalano con questa vittoria ha eguagliato il record de "Il Cinghiale", alias Fabrizio Meoni, ed ha ottenuto inoltre il Titolo Mondiale nella classe Open, il quarto dopo quelli del 2005, 2006 e 2007.

L’altro favorito, il cileno Francisco "Chaleco" Lopez, ci ha provato ed ha lottato fino alla fine. Con la sua Aprilia fino alla penultima tappa, dove era in seconda posizione a soli otto minuti da Marc Coma, ha fatto il possibile. E’ stato in testa anche per quattro tappe ma la KTM 690 (all’ultima gara della sua carriera visto il cambio del regolamento) l’ha massacrato, visto che si trattava di speciali veloci dove la cilindrata maggiore cambia le cose. In ogni caso, non ha nulla da recriminare, soprattutto perché poi è la sua la vittoria nella categoria 450.

Terzo sul gradino del podio Helder Rodrigues, seguito dal polacco Czachor. Proprio quest’ultimo è arrivato quarto sul connazionale Jakup Przygonski che proprio nell’ultima tappa ha accusato un guasto di natura elettrica alla sua moto, un vero peccato. Il polacco è dunque stato penalizzato di ben tre ore per questa cosa, sarà per il prossimo anno.

GLI ITALIANI
Iniziamo con il dire che… poteva andare meglio, ma non possiamo nemmeno lamentarci. Non possiamo dolerci perché Matteo Graziani ha terminato la sua gara sesto assoluto e terzo nella categoria 450, seguito da Iarno Boano. Gli altri due italiani nella Top 20 sono Stefano Turchi, dodicesimo assoluto, e Nicola Colombo giunto quindicesimo.

Nella categoria quad ha vinto Marcos Patronelli, il vincitore della scorsa Dakar, dominatore di tutte le tappe, ad eccezione dell’ultima vinta da Rafal Sonik. Dodici ore di vantaggio, uno sproposito, sul polacco Rafal e terzo posto per il russo Dmitri Pavlov.
Camelia Liparoti è nuovamente Campionessa del Mondo Femminile.
Per dovere di cronaca aggiungiamo che nelle auto la vittoria è andata a Jean Louis Schlesser.

MARC COMA
"E’ stato il modo migliore di dire addio alla KTM 690, la moto che ha accompagnato tutta la mia carriera agonistica. Sapere poi di avere eguagliato il record di vittorie di Fabrizio Meoni è una cosa speciale, lui è sempre stato il mio riferimento. Non è stata comunque facile questa vittoria, ma tutto è andato per il verso giusto."

CHALECO LOPEZ
"Sono contento. Le ultime due giornate non erano per nulla adatte alle 450, ma aver comandato la classifica per quattro tappe è di ottimo auspicio per la prossima Dakar. Sono secondo nel Mondiale della 450 ed ho vinto la classe qui. Di più non si poteva pretendere."

MATTEO GRAZIANI
"Per tutta la gara sono stato attento a non fare errori. Ho dovuto riadattarmi ai ritmi delle gare africane e alla nuova moto, così non aveva senso rischiare. Alla fine il podio della 450 è comunque un risultato di rilievo."

MARCOS PATRONELLI
"Non mi aspettavo di vincere in Egitto, è stata una cosa fantastica. Percorsi, paesaggi, l’organizzazione, tutto è stato perfetto. Sono arrivato distrutto alla fine, ma l’esperienza è una di quelle che non dimenticherò facilmente."

CAMELIA LIPAROTI
"Sono contenta perché ero l’unica donna tra 11 quad e sono quarta. L’Egitto per me ha un sapore speciale, è la terza volta che vi partecipo e la seconda che lo termino. Naturalmente sono felice anche per il titolo mondiale femminile."

La sfida con il Pharaons Rally è rimandata al 2011 quando, speriamo, gli italiani avranno maggior fortuna!

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , cross , gare , quad , fuoristrada , dakar , donne motocicliste , piloti


Top