Tecnica

pubblicato il 11 ottobre 2010

Brembo e Suzuki: accordo per tre anni

L'italiana Brembo fornirà impianti freno alla Suzuki per i modelli futuri.

Brembo e Suzuki: accordo per tre anni
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Accordo Brembo - Suzuki - anteprima 1
  • Accordo Brembo - Suzuki - anteprima 2
  • Accordo Brembo - Suzuki - anteprima 3
  • Accordo Brembo - Suzuki - anteprima 4

Come già vi abbiamo anticipato pochi giorni addietro nel nostro speciale di Intermot 2010 Live la Brembo, azienda italiana leader nel settore degli impianti frenanti, è diventata fornitrice OEM della Suzuki anche per le moto stradali.
Dopo molti anni di collaborazione, che hanno visto l’Azienda di Stezzano partner nello sviluppo della Suzuki MotoGP, alla quale ha fornito i sistemi frenanti racing, si apre una nuova partnership.
La Suzuki, infatti, con l’intento di equipaggiare le proprie GSX-R 600 e 750 2011 con la miglior componentistica OEM, si è rivolta al produttore italiano affinchè sviluppasse un impianto dedicato alle proprie moto.

TRE ANNI DI COLLABORAZIONE
Grazie a questa fornitura, che durerà circa tre anni, Brembo si riconferma in vetta alle preferenze delle principali Case motociclistiche e rafforza la sua presenza sul mercato delle due ruote giapponesi, sul quale è già presente da alcuni anni con Yamaha. Ciò non fa altro che rimarcare che il Made in Italy è sinonimo di qualità ed esclusività a 360°.
Con questa nuova applicazione, la Brembo consolida ulteriormente la sua posizione sul mercato motociclistico di primo impianto, aggiungendo un altro marchio ai già numerosi Clienti internazionali, quali: Aprilia, BMW, BRP-Bombardier Recreational Products, Ducati, Harley-Davidson, Husqvarna, KTM, Moto Guzzi, MV Augusta, Piaggio, Triumph, Yamaha.


LA MONOBLOCCO M4X32
La pinza monoblocco M4x32 anteriore, personalizzata per le due versioni della GSX-R, è stata progettata dallla Brembo sulla base della versione M4 già presente in gamma e fornita ad altri brand.
Per soddisfare appieno le caratteristiche delle supersportive Suzuki, che prevedono un diametro dei dischi freno di 305 mm, è stato ridotto il diametro dei pistoni da 34 a 32 mm, ed è stato aumentato l’interasse delle viti radiali di montaggio da 100 a 108 mm.
Il layout della pinza è stato ridisegnato, alleggerendola notevolmente nel design e, probabilmente, anche nel peso (anche se il dato non è stato ancora dichiarato).
Non sono state fatte dichiarazioni sugli sviluppi venturi di questa partnership, ma è ipotizzabile che la Brembo fornirà anche altri modelli Suzuki sportivi del prossimo futuro.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Tecnica , tecnica , tecnologia , eicma 2010 , intermot2010


Top