Eventi

pubblicato il 11 ottobre 2010

EICMA 2010: tre settimane al Salone di Milano

In anteprima le moto che (forse...) vedremo a Eicma

EICMA 2010: tre settimane al Salone di Milano

A conti fatti manca meno di un mese per il salone successivo. Sì, successivo perché l’Intermot 2010 di Colonia si è chiuso un giorno fa ed è già ora di pensare al prossimo: EICMA, ovvero il Salone di Milano che si svolgerà dal 2 al 7 novembre 2010.
Un salone importante e storico, non solo per noi italiani che ogni anno ci riversiamo lì curiosi di vedere le novità per il prossimo anno ma anche per espositori, aziende e pubblico proveniente dall’estero.

Un fiume di appassionati che sbavano e sognano le moto (e non solo, visto le ragazze mezze… "coperte") che nel giro di pochi mesi potranno avere nel proprio box del garage.
EICMA è il salone dove tutte le Case costruttrici presentano i nuovi modelli e quest’anno toccherà ad uno dei due grandi assenti dell’edizione 2009 fare la voce grossa: Honda (l’altro assente fu Yamaha).

APRILIA
La Casa di Noale dovrebbe presentare la tanto attesa Tuono 1200, una naked che promette faville, con quel bombardone di motore dell’RSV4 addolcito (ma nemmeno troppo) per l’utilizzo stradale.
Come da tradizione Aprilia, la Tuono dovrà sovrastare su tutte le altre moto del segmento. I tecnici Aprilia riusciranno a stupirci? Noi pensiamo di si!
Altra novità che tutti attendono è l’enduro "Tuareg" (nome che sembra più che giusto, viste anche le 50 e 125 del passato con lo stessa denominazione), che si ispirerà alla RXV 450 Tuareg che ha partecipato alla Dakar 2010. L’endurona potrà essere proposta con il propulsore bicilindrico da 750 cc o da 1200 cc e l’estetica si rifarà almeno per la carenatura alla RXV 450, moto che, mentre leggete questo articolo, ha appena concluso il Pharaons Rally vincendo nella classe 450.

BMW
Dopo aver presentato le K 1600 GT/GTL a Intermot BMW avrà qualche altro asso nella manica? A Monaco hanno abituato a sorprenderci e le previsioni vedono in testa un’enduro stradale con un motore monocilindrico ed un maxiscooter. Ci attendiamo però anche una nuova R 1200 R, non solo con il nuovo motore bialbero, ma anche con un’estetica rivista. Vero è poi che anche le serie F da strada è da un po’ che non subiscono importanti aggiornamenti, parliamo delle F 800 S ed ST. Forse sarebbe ora di "metterci mano".

DUCATI
La moto più attesa è sicuramente la Diavel (in collaudo da prima di quest’estate), ovvero una muscle-naked con motore di 1200 cc circa per oltre 150 CV, qualcosa di mostruoso.
Prestazioni in più per una probabile Hypermotard con raffreddamento a liquido; sarà facile vederci montato sotto il Testastretta 11° che equipaggia la Multistrada 1200, e questa moto darà ulteriore movimento al segmento maxi-motard. Quasi sicuro invece il debutto di una piccola Streetfighter con il motore 848.

HONDA
Di Honda ne abbiamo parlato abbondantemente nell’articolo sulle novità 2011, mentre qualcuno di voi lettori ha proposto anche cose interessanti come una Pan European con motore V4 1200, una CBR250 ed un prototipo "hyperscoteer 900". Di sicuro il costruttore dell’Ala dorata avrà molto da mostrare a questo salone.

HUSQVARNA
Husqvarna è sinonimo di racing, di esagerato, e dopo aver presentato le nuove 4T ad Intermot ci si aspetta un’enduro estrema od un motardone con motore BMW F 800 bicilindrico, magari vitaminizzato per rimarcare l’anima Husky.

KAWASAKI
La Casa di Akashi ha presentato importanti novità a Intermot e dunque non ci si aspetta nulla… o quasi. Mai dire mai, potrebbe esserci in serbo qualcos’altro tipo un’endurone di grossa cilindrata, visto che da più parti si reclama qualcosa di più "Kawa" dopo la KLV 1000 di alcuni anni addietro… staremo a vedere.

KTM
A Mattighofen stanno lavorando sodo, ma di mezzi nuovi ad EICMA non ce ne aspettiamo dopo le novità di Colonia. L’unica cosa abbastanza sicura è un aggiornamento per la Super Duke 990R che prenderà componenti dell'impianto di iniezione dalla RC8 R.

LML
In LML con un comunicato stampa hanno preannunciato la bellezza di 6 modelli. Non ci è dato sapere cosa ma dovrebbero essere scooter o forse moto di piccola cilindrata, sui 125 o 150cc, ad affiancare le Star 2 e 4T.

MOTO GUZZI
Per Moto Guzzi ci si aspetta un grande rilancio nel futuro prossimo. Ad EICMA potremmo vedere una naked sulla base delle tanto ammirate concept presentate l’anno passato sempre al Salone di Milano, la V12 LM Concept e la X Concept.

PIAGGIO
Per Piaggio ci si aspetta un ulteriore veicolo ibrido visto che a Pontedera, stanno investendo molto su questa tipologia di mezzo. Ora come ora in Piaggio sono sicuramente i più sensibili alla natura e la base potrebbe essere l’XEvo, l’unico scooter ad avere spazio sufficiente per alloggiare il pacco batterie e quant’altro.

SUZUKI
Suzuki, come l’altra sorella giapponese Kawasaki ha presentato tutto a Intermot Intermot e non ci si aspetta nulla. Potrebbe magari sorprendere il rientro delle rimpiante DR400Z, moto vendutissime soprattutto nella versione supermotard, grazie ad un’ottima economia d’esercizio e a prestazioni più che oneste, unite ad una ciclistica tra le migliori del segmento. Non è da escludersi neanche qualche importante aggiornamento alla famiglia Burgman, un tempo leader di mercato, che oggi meriterebbe più successo.

TRIUMPH
A Colonia è stata la volta delle Cruiser e della Speed Triple 1050 ma oramai tutti stanno aspettando l’enduro 800 di cilindrata nelle versioni motard con cerchio da 17" ed enduro con cerchio da 21". Stiamo parlando rispettivamente della 800 XC per la prima e della Tiger 800 per la seconda, che vi abbiamo già mostrato in questo video.

YAMAHA
Yamaha ha sorpreso ad Intermot con un mezzo elettrico (EC-03) ed una concept su base Superténéré (Worldcrosser) e dunque potrebbe tirare fuori dal cilindro magico qualcos’altro, magari una nuova XT660X. Noi intanto pensiamo ad una R1 Replica Sterilgarda che non sarebbe affatto male.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Eventi , saloni , anticipazione , eicma 2010 , intermot2010


Top