Sport

pubblicato il 11 ottobre 2010

MotoGP: Lorenzo emozionato dopo Sepang

"Il massimo a cui può ambire un pilota"

MotoGP: Lorenzo emozionato dopo Sepang

Con il terzo posto di ieri a Sepang, Jorge Lorenzo ha conquistato il suo primo titolo di Campione del Mondo della MotoGp. Ecco i primi commenti che ha rilasciato ai microfoni di Italia 1, subito dopo aver centrato il suo obiettivo stagionale.

L'emozione è stata veramente grande per il pilota della Yamaha: "La tensione sta calando poco a poco, ma mi piacerebbe che calasse più in fretta perchè non riesco a mostrare la mia emozione completamente. Questo però è il massimo a cui può ambire un pilota di motociclismo e abbiamo raggiunto l'obiettivo. Voglio ringraziare tutta la squadra, la mia famiglia e tutta la gente che ha spinto Jorge Lorenzo a diventare campione del mondo della MotoGp".

Il maiorchino poi ha confermato di non aver voluto correre rischi nella gara di oggi: "Penso di aver fatto una bella gara dall'inizio fino a metà, ma poi mi sono accorto che gli altri forse andavano più forte di me e loro non avevano niente da perdere. A quel punto ho pensato che era meglio finire la gara e quindi ho attivato il pilota automatico per farlo".

Ecco quelle che secondo lui sono le caratteristiche che lo hanno portato a festeggiare il titolo: "Il lavoro, la testa ed il perfezionismo. Ho sempre voglia di migliorarmi e anche dopo una caduta sono sempre tornato più forte di prima. Però devo anche ammettere che nella mia carriera sono stato sempre circondato da grandi moto e grandi squadre che mi hanno aiutato a diventare quello che sono".

Infine, quando gli è stato chiesto se c'erano più pro o contro a dividere il box con Valentino Rossi ha detto: "Sicuramente i pro. E' certo che non siamo amici, ma io ho imparato veramente tanto da Valentino. Ultimamente abbiamo avuto qualche scontro, ma in generale non posso dire che lui non sia un grande campione perchè sarebbe una bugia".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , piloti


Top