Novità

pubblicato il 8 ottobre 2010

Triumph America e Speedmaster 2011

Presentate a Intermot le Triumph cruiser della serie "piccola"

Triumph America e Speedmaster 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 1
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 2
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 3
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 4
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 5
  • Accessori Triumph America/Speedmaster - anteprima 6

All'Intermot 2010 la Triumph ha portato tantissime novità: di esse vi abbiamo già mostrato la più attesa, la Speed Triple e la mastodontica Thunderbird Storm; concentriamoci oggi sulle "piccole" cruiser America e Speedmaster.
Anche per esse il 2011 porta degli aggiornamenti sia estetici che tecnici che ne hanno migliorato il look e incrementato le prestazioni.

TRIUMPH AMERICA 2011
L'estetica della America è tutta nuova, i designer della Triumph hanno puntato su un'immagine ancor più classicheggiante di prima, che si abbina a cerchi in lega da 16 pollici all'anteriore e da 15" dietro, abbinati a pneumatici dalla spalla alta. Il parafango anteriore è più avvolgente, il manubrio arretrato e le pedane avanzate, come si confà ad una vera cruiser dalla posizione di guida bassa (la sella è a soli 690 mm da terra) e rilassata.

TRIUMPH SPEEDMASTER 2011
La Speedmaster, ovvero la cruiser sportiva di casa Triumph si presenta con una nuova ruota anteriore in lega da 19" con pneumatico più stretto, dotata di un disco singolo, per un look più sportiveggiante.
Anche l'ergonomia è stata migliorata, con la sella alta 690 mm abbinata al manubrio più ampio, che offre una posizione di guida diversa rispetto al modello precedente e più rilassante. Completano l'equipaggiamento della Speedmaster 2011 il faro anteriore dal design rinnovato, il serbatoio a goccia finemente curato, parafanghi attillatissimi, i carter motore verniciati in nero e la ruota posteriore in lega da 15 pollici.

TECNICA COMUNE
Entrambe le motociclette sono equipaggiate con il ben noto bicilindrico parallelo Triumph, nato anni or sono per la Bonneville. Un bicilindrico raffreddato ad aria da 865 cm3 con albero motore fasato a 270°, che eroga 61 CV, più che sufficienti per moto di questo segmento. La particolarità di questo motore, lo ricordiamo, è di essere alimentato ad iniezione elettronica, sebbene la forma esteriore dei corpi farfallati lasci pensare ad una classica batteria di carburatori... un piccolo vezzo concesso in favore del look vintage.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 1
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 2
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 3
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 4
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 5
  • Triumph Speedmaster 2011 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph America 2011 - anteprima 1
  • Triumph America 2011 - anteprima 2
  • Triumph America 2011 - anteprima 3
  • Triumph America 2011 - anteprima 4
  • Triumph America 2011 - anteprima 5
  • Triumph America 2011 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 1
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 2
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 3
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 4
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 5
  • Triumph ad Intermot 2010 - anteprima 6

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , bicilindriche , cruiser , intermot2010 , vintage


Top