Sport

pubblicato il 6 ottobre 2010

WSBK 2011: Haslam prova la S1000RR a Magny-Cours

Primi test soddisfacenti con la nuova BMW

WSBK 2011: Haslam prova la S1000RR a Magny-Cours
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 1
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 2
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 3
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 4
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 5
  • BMW S 1000 RR SBK - anteprima 6

Ieri Leon Haslam ha vissuto la sua prima giornata da pilota ufficiale della BMW. Il pilota britannico, vice campione in carica del Mondiale Superbike, ha avuto la sua prima presa di contatto con la S1000RR in occasione dei test collettivi di Magny-Cours.

Nonostante la pioggia abbia rallentato il suo lavoro, a fine giornata Leon è parso soddisfatto dei compiti svolti: "Abbiamo lavorato soprattutto sulla posizione di guida e sull'elettronica. Nei primi due anni loro hanno sempre avuto gli stessi piloti, quindi penso che il mio arrivo potrà portare anche delle nuove idee. Ho già parlato anche con Troy (Corser, ndr) ed ha ascoltato con interesse quello che avevo da dirgli" ha spiegato a MotorCycleNews. L'ex pilota della Suzuki ha scherzato anche sul suo primo giro: "Alla fine del primo giro di giornata c'erano tutte le spie che lampeggiavano sul cruscotto ed il display diceva TWAT 2LOW. Pensavo che la moto mi stesse dicendo che ero andato troppo piano, invece quando sono rientrato ai box mi hanno spiegato che si trattava della temperatura dell'acqua troppo bassa".

La giornata di ieri è servita anche a Troy Corser per fare i primi chilometri in sella alla versione 2011 della S1000RR: le novità più evidenti sono un nuovo serbatoio ed uno scarico più tozzo e corto, ma l'australiano ha preferito non spremerla per non prendere rischi viste le condizioni climatiche. "Quando sono entrato in pista c'erano ancora molte macchie d'umido, quindi non ho potuto spingere al massimo. La moto da sensazioni diverse, ma per ora non ho notato nulla di strano. Il rumore del motore è differente ed anche la diversa distribuzione dei pesi si fa sentire" ha spiegato Corser.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top