Sport

pubblicato il 3 ottobre 2010

Moto2 2010, Motegi, Gara: ancora Elias

Settima vittoria per lo spagnolo, ora vicinissimo al titolo

Moto2 2010, Motegi, Gara: ancora Elias

La matematica non ha ancora consentito a Toni Elias di chiudere i conti, ma a Motegi lo spagnolo si è portato veramente ad un passo dal primo titolo della storia della Moto2. Il pilota del team Gresini ha infatti centrato la settima vittoria stagionale, la quinta nelle ultime sei gare, portando ad 81 punti il suo vantaggio nei confronti di Julian Simon.

Questo vuol dire che la settimana prossima, a Sepang, gli basterà evitare di perdere più di 6 punti nei confronti del connazionale per vincere il campionato con tre gare d'anticipo.

Alle sue spalle è giunto proprio il rivale Simon, che lo ha tallonato dall'inizio alla fine, senza riuscire mai però a mettergli le ruote davanti. Evidentemente Elias era talmente convinto del suo potenziale da non voler neanche lasciare passare l'avversario per studiarlo in vista del gran finale.

Terzo gradino del podio per il ceco Karel Abraham, che ha beffato il sammarinese Alex De Angelis proprio all'ultimo giro. I due hanno anche rischiato di compromettere la loro gara all'ultima curva, visto che il prossimo pilota di MotoGp ha impennato in uscita e i lui ed Alex sono arrivati al contatto.

La top five poi è stata completata da Scott Redding, che anche lui nel finale ha saputo scavalcare il pilota di casa Yuki Takahashi, in crisi nella seconda parte di gara dopo essere rimasto a lungo in terza posizione. Peccato invece per Yonni Hernandez, caduto al terz'ultimo giro dopo aver lottato con i primi per quasi tutta la gara.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Roberto Rolfo ha chiuso nono, Simone Corsi undicesimo, mentre il terzetto composto da Andrea Iannone, Claudio Corti e Raffaele De Rosa ha completato la zona punti.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top