Sport

pubblicato il 26 settembre 2010

WSBK, Imola, Gara1: è tripletta Ducati

Haslam quinto. Biaggi solo 11esimo, ma sempre a +52

WSBK, Imola, Gara1: è tripletta Ducati

Leon Haslam ha tentato il tutto per tutto all'ultimo giro, ma ha fatto un bel regalo a Max Biaggi: il pilota della Suzuki è arrivato veramente vicino alla vittoria in gara 1 ad Imola, ma alla Rivazza ha tentato un attacco troppo aggressivo nei confronti di Carlos Checa, finendo fuori pista e scivolando in quinta posizione. In questo modo il pilota britannico è riuscito a guadagnare solamente 6 punti nei confronti del leader iridato, che invece ha chiuso 11esimo al termine di una gara ricca di errori: prima Max è andato lunghissimo alla Villeneuve e poi è finito lungo alla Rivazza insieme a Luca Scassa, ma è riuscito a riprendere la pista e con caperbietà ha portato a casa dei punti importanti, mantenendo un vantaggio di 52 punti nei confronti di Haslam.

Gli errori dei grandi protagonisti del mondiale hanno quindi permesso alla Ducati di salutare il pubblico di casa con una fantastica tripletta. A spuntarla è stato Carlos Checa, che si è reso protagonista di una rimonta clamorosa, precedendo Lorenzo Lanzi (su cui pesa anche il giallo di un taglio alla Variante Alta per cui era finito sotto investigazione) e la 1198 ufficiale di Noriyuki Haga.

Quarto posto per Jakub Smrz, per la prima volta rimasto nelle posizioni di vertice da quando il team Pata ha cominciato ad utilizzare l'Aprilia RSV4. Come detto, in quinta piazza è giunto poi Haslam.

Una menzione la merita anche Tom Sykes che, dopo la Superpole, ha avuto il merito di mantenere la sua Kawasaki davanti a tutti per metà gara, prima di cedere, probabilmente per un calo delle gomme, e piazzarsi al sesto posto.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , superbike , piloti


Top