Sport

pubblicato il 25 settembre 2010

WSBK, Imola, Superpole: Sykes e la prima pole di Kawasaki!

Imola si tinge di Verde...

WSBK, Imola, Superpole: Sykes e la prima pole di Kawasaki!

C’è poco da fare, il tempo nel 2010 non è stato clemente, e non lo è nemmeno oggi. La Superpole si è svolta sotto l’acqua ed i piloti sono stati costretti a funambolismi per rimanere in piedi.

Se per la prima Superpole tutto è stato abbastanza tranquillo, non si può dire lo stesso per la successiva. Qualche caduta, come l’highside di Jonathan Rea e di Carlos Checa a soli due minuti dalla fine della Superpole 2. Panico per Carl Crutchlow del Team Yamaha Sterigarda che cade, e mentre si rialza, scivola alla stessa curva la Ducati Althea di Byrne. E’ proprio il pilota inglese che quasi lo colpisce, mentre i commissari cercano di aiutare il numero 35 dei Tre Diapason.

"Drittoni" sull’erba per Scassa, e successivamente Smrz, ma per fortuna senza alcuna grave conseguenza. E’ però proprio l’italiano Luca Scassa, che con la sua Ducati 1198R del team Supersonic Racing conquista il quarto tempo alla Superpole 2. Alla fine di questa sono solo otto i piloti che possono girare nella terza Superpole, un discreto… disastro.

In Superpole 3 si chiudono naturalmente i tempi, ma con una sorpresa. E’ Kawasaki che conquista la Superpole assoluta, ed è proprio la prima, che Kawasaki porta a casa in questa stagione. Domani la griglia di partenza vedrà dunque scattare dalla migliore posizione la verdona con Sykes, che è primo per soli 0.051 secondi sulla Aprilia del Team PATA del ceco Smrz. Questi, al penultimo giro ha guidato come un diavolo la sua RSV4, scodando in entrata ed in uscita quasi ad ogni curva. Terzo Leon Haslam su Suzuki Alstare con quasi un secondo di ritardo.

Notevole il piazzamento di Luca Scassa su Ducati 1198R del Team Supersonic Racing, che si conferma quarto. Segue l’altro italiano, sempre su Ducati, Lorenzo Lanzi, mentre la BMW S1000RR di Troy Corser è sesta. Biaggi è appena settimo, ma non importa, perché non gli servono due vittorie per vincere il Mondiale, anche se in questa Superpole ha un ritardo di circa due secondi e mezzo. Gli basta gestire il vantaggio dei punti.

Domani dunque sarà tutto da rivedere, visto che le previsioni meteo sono decisamente incerte. Ancora non si sa se sarà il sole a splendere e a favorire i piloti, oppure la pioggia a cercare di mettere in difficoltà questi. In ogni caso sarà una gara ricca di colpi di scena, e, diciamolo, è bello non riuscire a fare le previsioni su chi vincerà. In ogni caso, la Kawasaki ZX-10r e la curiosità, sono i protagonisti della giornata di oggi.

Imola - SUPERBIKE - Superpole
1. Tom Sykes 2'07.341 (Kawasaki Racing Team)
2. Jakub Smrz 2'07.392 (Team PATA B&G Racing)
3. Leon Haslam 2'08.273 (Team Suzuki Alstare)
4. Luca Scassa 2'08.427 (Supersonic Racing Team)
5. Lorenzo Lanzi 2'08.490 (DFX Corse)
6. Troy Corser 2'09.842 (BMW Motorrad Motorsport)
7. Max Biaggi 2'09.924 (Aprilia Alitalia Racing)
8. Ruben Xaus 2'10.482 (BMW Motorrad Motorsport)
9. Carlos Checa 2'11.117 (Althea Racing)
10. Michel Fabrizio 2'11.130 (Ducati Xerox Team)
11. Max Neukirchner 2'11.150 (HANNspree Ten Kate Honda)
12. Cal Crutchlow 2'11.271 (Yamaha Sterilgarda Team)
13. Shane Byrne 2'11.395 (Althea Racing)
14. Jonathan Rea 2'11.558 (HANNspree Ten Kate Honda)
15. Noriyuki Haga 2'11.601 (Ducati Xerox Team)
16. Sylvain Guintoli 2'11.706 (Team Suzuki Alstare)
17. James Toseland 2'13.823 (Yamaha Sterilgarda Team)
18. Roger Lee Hayden 2'15.026 (Team Pedercini)
19. Fabrizio Lai 2'15.268 (ECHO CRS Honda)
20. Federico Sandi 2'20.464 (Gabrielli Racing Team)

Autore: Redazione

Tag: Sport , superbike , piloti


Top