Sport

pubblicato il 14 settembre 2010

MotoGP: presentata a Misano la Suter Moto1

Motore BMW S1000RR per la prima MotoGP del futuro...

MotoGP: presentata a Misano la Suter Moto1
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suter, progetto Moto1 BMW - anteprima 1
  • Suter, progetto Moto1 BMW - anteprima 2
  • Suter, progetto Moto1 BMW - anteprima 3

La Moto1, per il momento, esiste solamente sulla carta e non è nemmeno certo che Federazione e Dorna riescano a mettere assieme tutto quello che serve per placare la resistenza della Infront (società che gestisce la WSBK) nei confronti di MotoGP con telaio prototipale e motore derivato dalla serie.

Di fatto, giocando un po' d'anticipo sulla risoluzione delle magagne e per capire un un po' come potrebbero andare delle moto così realizzate, in Suter hanno pensato bene di replicare quanto fatto l'anno prima del debutto della Moto2, allestendo un prototipo con motore BMW S1000RR da far girare in sessioni di test privati per verificare quale sia il livello di competitività di una moto così strutturata.

"Stiamo lavorando - ha dichiarato Suter - con lo stesso modus operandi utilizzato in Moto2. Prima costruiamo la moto per poterla sviluppare, e ora abbiamo un anno per poterla rendere competitiva. Credo sia una maniera corretta di lavorare, soprattutto se vediamo che in Moto2 molti dei nostri piloti sono regolarmente nella top10. Speriamo di avere un successo simile in MotoGP."

"È un motore molto competitivo - aggiunge Suter - già in configurazione standard, e credo che abbia un gran potenziale per migliorare ancora in futuro. Avevo fatto lo stesso con un motore 600 Honda per la Moto2, per questo il nostro concetto di telaio può adattarsi alla MotoGP. Inizieremo con Carmelo Morales come collaudatore e poi vederemo se affiancargli un secondo."

"Marc van der Straten (Presidente del Team equipo Marc VDS Racing) - continua Suter - ha già confermato la sua disponibilità per il 2012, visto che anche il suo obiettivo è di partecipare in MotoGP. Speriamo di avere una moto molto competitiva per la sua squadra. Possiamo essere soddisfatti di quanto fatto fino ad ora, soprattutto perché non abbiamo problemi, ma moto funziona bene."

"È importante fare bene in Moto2 - conclude Suter - insieme agli altri fabbricanti come Moriwaki, FTR e creare così una griglia competitiva. Dovremmo essere in grado di vincere un paio di gare nelle sette che mancano, siamo migliorati nel pacchetto in generale a metà stagione e continuiamo a sviluppare il nostro telaio."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top