Special e Elaborazioni

pubblicato il 13 settembre 2010

Icon Sheene 1400 Turbo

52 esemplari ispirati al grande Barry

Icon Sheene 1400 Turbo
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 1
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 2
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 3
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 4
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 5
  • Icon Sheene 1400 turbo - anteprima 6

La Icon Motorcycles è un’azienda sita in Gran Bretagna che ha deciso, in omaggio al mitico Barry Sheene, di produrre queste 52 special, numero corrispondente ai podi conquistati al tempo dall'indimenticato campione.
Andrew Morris, il fondatore nonché creatore della Icon Motorcycles, si è naturalmente ispirato a Barry quando ha deciso di produrre queste moto in edizione limitata, tutte ovviamente, costruite a mano.

La Icon Sheene si presenta con un design decisamente... ribelle! Alluminio per il serbatoio fatto a mano, fibra di carbonio per le sovrastrutture, tutto è al top per materiali e ricerca estetica. Il colore, come il muso a punta, il paraspruzzi anteriore con forme ad onda, le feritoie che sembrano delle branchie nel codone, richiamano l’aspetto di uno squalo. Nulla è lasciato al caso, tutto è curatissimo, basta guardare il paratacco delle pedane, o dove scorre il perno ruota posteriore. L'immagine delle 52 carte da gioco di un mazzo da poker personalizza ogni esemplare sul codone, una 'chicca' che è opera di Mike Fairholme, colui che disegnava i caschi di Barry Sheene.
Si rasenta la perfezione e non potrebbe essere diversamente visto il prezzo finale di ben 107.000 Sterline (129.500 Euro circa). Una cifra spaventosa... chissà se la messa su strada è compresa nel prezzo!

Il motore è sovralimentato con turbo marchiato Garrett, montato su un propulsore Suzuki da 1400 cc (è quello della maxi naked GSX 1400) con pistoni Wiseco e due radiatori dell’olio in alluminio. Tornando al turbo, ad una pressione minima di 0.4 bar, fornisce alla ruota ben 250 CV! Dati impressionati che fanno pensare ad una scarsa o quantomeno difficile... guidabilità.

Parlando di guidabilità, vediamo come è fatta la ciclistica. Il telaio è un tubolare in alluminio fatto a mano e lavora in simbiosi con un forcellone a dir poco stupendo, uno scatolato fuso in alluminio lucidato. Le sospensioni sono dell'italiana Bitubo, di derivazione racing e quindi completamente regolabili. Ruote in fibra di carbonio, pompa freno (e frizione) radiale che lavora con pinze a sei pistoncini della ISR all’anteriore su dischi da 320 mm. La strumentazione è digitale, la sella in Alcantara riporta il numero di gara "7" di Barry Sheene e la piastra di sterzo è firmata e personalizzata.

Senza ombra di dubbio una moto da collezione particolarissima, dal prezzo forse troppo elevato considerati i contenuti tecnici tutto sommato abbastanza standard, almeno come architettura. Tuttavia potenza e prestazioni sono elevatissimi, e chi ha amato il grande Barry Sheene potrebbe desiderarne fortissimamente una. Ma ce ne sono "solo" 52!

Icon Sheene 1400 Turbo

Icon Sheene 1400 turbo

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni


Top