Eventi

pubblicato il 8 settembre 2010

Un successo la "Hills Race" 2010

Cultura U.S.A. in festa a Pavia

Un successo la "Hills Race" 2010
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Hills Race 2010 - anteprima 1
  • Hills Race 2010 - anteprima 2
  • Hills Race 2010 - anteprima 3
  • Hills Race 2010 - anteprima 4
  • Hills Race 2010 - anteprima 5
  • Hills Race 2010 - anteprima 6

Passione per la cultura USA, così si può definire la Hills Race che si è tenuta a Pavia nel week-end tra il 3 ed il 5 settembre. Tante auto, tante Harley-Davidson ma soprattutto tanto... USA!

La passione per la bandiera a stelle e strisce include l’idea ell’esagerazione, un po’ come i grossi e voluminosi motori con schema a V per le auto, e per i "Big Bore", i motori di grossa cilindrata, possibilmente bicilindrici, per le moto.

Il luogo dove si è tenuto l’evento è stato l’aeroporto di Rivanazzano, dove l’odore dell’olio, della benzina e dei pneumatici bruciati sull’asfalto rovente di tre splendide giornate di sole rimarrà per sempre impresso nel cuore delle persone che erano presenti e perché no, anche nelle narici! Piloti, famiglie, curiosi, per passare un fine settimana alternativo, ma soprattutto tanti, ma proprio tanti appassionati dei motori di grossa cubatura.

Non è mancata poi l’unica gara di accelerazione in Italia per le auto americane e le vetture Volkswagen air-cooled che ha visto la presenza di piloti e team giunti da ogni angolo dell’Europa, in maniera particolare da Norvegia, Ungheria, Finlandia e naturalmente... Italia.

Già dal sabato mattina l’aeroporto sede dell'evento si è riempito di persone che hanno assistito alle prove libere e successivamente alle qualifiche, ma soprattutto a tanti interessanti e coreografici show. Domenica naturalmente c’è stato il vero e proprio boom, vista la giornata festiva.

In ogni caso in entrambi i giorni si sono potute visionare qualcosa come 450 auto americane attuali e d’epoca con marchi quali: Ford, Chevrolet, Cadillac, Dodge, Pontiac, Mercury, Shelby Mustang, Plymouth! A fornire la spalla poi un totale di 330 bolidi air-cooled suddivisi tra maggiolini e pittoreschi pulmini Volkswagen.

E dove c’è USA, c’è Harley-Davidson, un marchio leggendario per le moto, come nell’abbigliamento. Non potevano non presentarsi quindi la bellezza di... 2.000 bicilindrici, che hanno letteralmente riempito i parcheggi dell’aeroporto con le loro scintillanti cromature.

Harley-Davidson Italia era poi presente con il truck americano "The Legend On Tour" che ha registrato il tutto esaurito nei demo-ride gratuiti. Grande protagonista però, è stato il pubblico, che grazie ad una presenza totale di quasi 12.000 persone, ha "colorato" e completato l’evento.

Non sono mancate le prove moto, ma anche le qualifiche e la finale della gara d’accelerazione all’americana sulla lunghezza del quarto di miglio. A due a due i potenti mezzi hanno sfidato il cronometro, un confronto neanche a dirlo, ad eliminazione diretta.

Grandi applausi anche per lo show in pista offerto dalle moto dragster e da due special guests: Pro Mod su base Corvette del ‘63 da oltre 3.000 cavalli del team Golden Vette Drag Race Team (Gotham City) e Top Fuel Bike dell’italianissimo Antonio Ferretti.

Non sono mancate le moto special che si sono sfidate nel sempre più popolare contest Bike Show a cura dei colleghi della rivista Low Ride. Sabato sera grande musica live grazie ai concerti dei gruppi Top Fuel e Fever.

Hills Race 2010 dunque risulta la più importante manifestazione del genere, grazie alle capacità organizzative e a dei programmi particolarmente ricchi e succosi, tanto da poterlo identificare come il punto di riferimento nel settore. Il merito va agli organizzatori accomunati sotto il nome di American Motors Pavia in collaborazione con Hot Heads Garage, Sadurano Motorsport e Rambler Car Club.

Autore: Redazione

Tag: Eventi


Top