Sport

pubblicato il 6 settembre 2010

WSBK 2011: Melandri e...Tardozzi in Yamaha

Attenti a quei due.

WSBK 2011: Melandri e...Tardozzi in Yamaha

Marco Melandri passa in WSBK. La notizia non è certamente nuova e la sua ufficializzazione non desterebbe alcun clamore se non fosse che al posto della preventivata BMW, il ravennate la prossima stagione la passerà in sella ad una R1 del team Yamaha Sterilgarda...

Sì avete capito bene: "nonostante" sia stato visto più volte chiacchierare "di lavoro" con Davide Tardozzi, attuale team manager del team dell'Elica, e vi sia la quasi matematica certezza dello zampino dell'ex-pilota e vertice BMW nel passaggio di Marco dalla MotoGP alle derivate di serie, Marco guiderà una delle moto oggi in uso a Crutchlow e Toseland, a fianco di un pilota che Yamaha non ha ancora ufficializzato: il pianista, infatti, è senza contratto mentre Crutchlow è stato passato di grado con un contratto Yamaha MotoGP da onorare nel team Tech3.

Tutto il contrario di quello che si pensava? Da un punto di vista pratico forse sì, mentre sotto il profilo della coabitazione nello stesso box tra Melandri e Tardozzi vi sarebbero delle importanti novità. Con la partenza di Meregalli verso lidi ufficiali in MotoGP ed un innato desiderio da parte di BMW di farsi tutto in casa - la stessa esperienza in F1 non ha insegnato evidentemente nulla - Tardozzi potrebbe anche svincolarsi senza alcun problema dal contratto che lo lega alla Casa di Monaco, per prendere posto al comando del team che ha sede a Gerno di Lesmo. Un'opzione che non appare più molto fantascientifica, alla quale lo stesso interessato è chiamato a rispondere nei prossimi giorni: tutto tace e lo stesso Tardozzi non conferma, ma la possibilità che questo clamoroso passaggio si verifichi ora come ora è sufficientemente alta da dover essere presa in considerazione.

"Sono molto felice - ha dichiarato Melandri - di correre il prossimo mondiale Superbike con una squadra che oltre a essere un top team ha un pacchetto tecnico molto competitivo," ha detto Marco Melandri. "Sarà una bella sfida e un cambiamento importante per me e mi permetterà di tornare in sella a una Yamaha, Casa con la quale ho lavorato in giovane età in MotoGP e con la quale voglio lottare per vincere in una categoria difficile come la Superbike."

"Marco è un pilota di riferimento e un grande nome per la Superbike" afferma Laurens Klein Koerkamp, Racing Manager Yamaha Motor Europe. "Ha tanta esperienza ed è motivato a vincere nella nuova categoria."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top