Sport

pubblicato il 3 settembre 2010

WSBK 2010, 'Ring, Q1: torna in vetta Checa

Ducati in forma smagliante. Bene anche BMW ed Aprilia

WSBK 2010, 'Ring, Q1: torna in vetta Checa

E' solo venerdì e la WSBK ci ha insegnato, quest'anno più di ogni altro, che quello che si vede il venerdì poi non viene del tutto rispettato il sabato e, soprattutto, la domenica. Quel che rimane della giornata odierna, però, è il fatto che Checa è tornato a farsi vivo nelle posizioni di testa così come le altre Ducati: Fabrizio è terzo, Byrne quarto ed Haga (si, Haga!) quinto.

Passi per Byrne, che gira con uno "zaino" di determinazione in più a causa di "rinnovo contratto", ma il fatto che le 1098R ufficiali e private siano lì davanti a dire la loro è sintomatico dello stato di forma della bicilindrica di Borgo Panigale su questa pista. Molto bene Corser, così come Biaggi: il romano dell'Aprilia, secondo pilota oltre il muro del "56, ha dominato le sessioni di libere di oggi, facendo capire che il potenziale per la SP di domani e la corsa di domenica è tutt'altro...

Meno bene, almeno oggi, rispetto a Silverstone è andato anche Crutchlow: l'inglese, che in patria ha ottenuto una eccezionale doppietta, è settimo davanti a Rea, Smrz e Sykes...probabilmente galvanizzato dalla presenza di una mostruosa ZX-10R 2011 a pochi metri dal suo box: battute a parte, è probabile che alcuni dettagli elettronici in via di sviluppo sulla 2011 siano stati trasferiti sulla 2010 in uso al team ufficiale per un test più approfondito sul campo. Se così fosse, il buongiorno non sarebbe davvero niente male.

Da dimenticare, invece, il venerdì di Haslam: solo undicesimo a 1.4 secondi dalla vetta, l'inglese necessita di cambiare marcia nel caso in cui sia ancora sua intenzione lottare per il mondiale. Girare sullo stesso passo di Neukirchner, infatti, non è quello che Batta si attende da lui. Un po' indietro rispetto a quanto ci si sarebbe aspettati - vedendo il potenziale Ducati - anche Luca Scassa: l'italiano del team Supersonic ha girato nello stesso secondo di Biaggi ma in 13esima posizione. Dietro di lui la BMW ufficiale di Xaus e la Ducati privata di Lanzi. Delusioni anche da Camier, il quale necessità di una migliore messa a punto della sua RSV4 per tenere il passo del compagno di squadra, e da Toseland: l'inglese ha forse lo sguardo già orientato alla "sua" Honda Ten Kate, ma chiudere un'avventura in Yamaha facendosi polverizzare da un debuttante non è cosa da Campioni del Mondo di categoria.

Più indietro, ma c'era da aspettarselo visto il materiale l'inglese Lowry, Hayden Lai e Baiocco. L'appuntamento con la WSBK è fissato per domani pomeriggio, con la diretta delle prove su Eurosport o La7.

WSBK 2010, 'Ring, Q1 - 03/09/2010
1 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'55.232
2 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'55.447
3 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'55.753
4 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'55.998
5 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'56.024
6 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 1'56.077
7 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'56.169
8 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'56.253
9 96 Smrz J. (CZE) Aprilia RSV4 Factory 1'56.340
10 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'56.436
11 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'56.617
12 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'56.617
13 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1'56.734
14 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'56.799
15 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'56.819
16 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 1'56.825
17 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'56.838
18 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'57.001
19 5 Lowry I. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'58.403
20 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'58.794
21 33 Lai F. (ITA) Honda CBR1000RR 1'59.319
22 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 2'00.736

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top