Curiosità

pubblicato il 2 settembre 2010

Bosch: nuovo motore elettrico per biciclette

...E se il futuro delle due ruote fosse a pedali?

Bosch: nuovo motore elettrico per biciclette
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Bosch per eBike - motore per bicicletta elettrica - anteprima 1
  • Bosch per eBike - motore per bicicletta elettrica - anteprima 2
  • Bosch per eBike - motore per bicicletta elettrica - anteprima 3
  • Bosch per eBike - motore per bicicletta elettrica - anteprima 4

Bosch estende la sua offerta legata alla propulsione elettrica al settore del ciclo proponendo un motore a elevate prestazioni per biciclette elettriche. Presentato in anteprima a Eurobike, la fiera internazionale della bicicletta (1-4 settembre, Friederichshafen, Germania), il nuovo sistema Bosch per e-Bike entrerà in produzione dal 2011 presso lo stabilimento di Reutlingen, in Germania. Sono diverse le case costruttrici interessate a questa soluzione, prima fra tutte Cannondale che ha già scelto Bosch come partner per la sua bicicletta elettrica.

A differenza delle precedenti generazioni di biciclette elettriche equipaggiate con un motore ausiliario, le e-Bike di Bosch sono macchine moderne che non solo possono sostituire la pedalata, ma la assistono, entrando in funzione in base allo sforzo muscolare, alla pendenza e alle sollecitazioni del guidatore. Il cuore del sistema è composto da un motore elettrico unito a una centralina e a dei sensori. Questi ultimi monitorano la velocità, la frequenza e l'intensità della pedalata e, in base alla rilevazione, calcolano la forza con la quale il motore elettrico dovrà sostenere il ciclista. Il livello di supporto può essere regolato secondo le proprie esigenze selezionando fino a quattro programmi di guida: Eco, Tour, Sport e Speed.

Il sistema comprende il pacco batteria, comprensivo di caricatore, e un vero e proprio computer di controllo sul manubrio. L'autonomia di una carica di batteria va dai 35 Km agli 80 Km, in base alla tipologia di utilizzo. La batteria agli ioni di litio del sistema si ricarica completamente in 2,5 ore e raggiunge il 50% della carica in un'ora. La velocità massima arriva fino a 25 Km/h, sopra a questa velocità il guidatore pedala a vuoto. Questo perché altrimenti non sarebbe riconosciuta legalmente come una bicicletta e occorrerebbero il casco, la patente e l'assicurazione.

In Europa, l'industria della bicicletta rappresenta un importante settore economico, in quanto impiega circa 21.000 persone. Secondo una ricerca delle associazioni COLIBI e COLIPED ammontano a circa 13 milioni le unità prodotte annualmente dai costruttori europei. I principali Paesi produttori sono l'Italia con 2,38 milioni di unità annuali, la Germania con 2,37 milioni, seguite poi nella classifica da Paesi Bassi e Polonia. L'indagine ha rilevato, inoltre, un'alta quota di vendite in Europa che si attesta intorno a 20,4 milioni di unità. Il più grande mercato per l'industria della bicicletta in Europa è rappresentato dalla Germania con circa 4,3 milioni di biciclette vendute all'anno, seguono la Francia con 3,4 milioni e la Gran Bretagna con 3,3 milioni unità. (Fonte: eurobike-show.de)

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top