Sport

pubblicato il 31 agosto 2010

WSBK 2010: l'Aprilia decolla alla volta del 'Ring

Primo match point per il mondiale di Max Biaggi

WSBK 2010: l'Aprilia decolla alla volta del 'Ring
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 1
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 2
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 3
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 4
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 5
  • WSBK 2010, Brno, Team Aprilia Alitalia - anteprima 6

Dopo la consueta pausa estiva, è giunto per l'Aprilia Alitalia Racing Team il momento di tornare in pista per il round tedesco, undicesimo round del mondiale Superbike. Con due leadership da difendere - sia nella classifica piloti con Max Biaggi sia in quella costruttori - e tre tappe ancora da disputare, per la squadra tricolore si preannuncia un finale di stagione davvero interessante.

Il campionato WSBK 2010, fino a questo punto, ha riservato al team Aprilia Alitalia delle soddisfazioni in linea con le aspettative di inizio anno. Il team veneto ha raccolto ben 9 vittorie, tutte del quattro volte Campione del Mondo Max Biaggi, e altri 7 podi, 3 dei quali grazie al britannico Leon Camier. Questi risultati si traducono in 373 punti per Max Biaggi, 60 più del secondo in classifica, Leon Haslam su Suzuki, mentre Aprilia primeggia nella classifica costruttori con 385 punti contro i 334 di Suzuki ed i 297 di Ducati.

"Non vedo l'ora di ritornare in pista! - conferma il leader mondiale Max Biaggi - Le vacanze sono importanti e piacevoli, chiaramente, ma il richiamo delle corse è sempre irresistibile. Arriviamo al Nurburgring, un bel tracciato, direi meno ostico di Silverstone per la nostra RSV4. Ci aspetta l'ultima fetta di stagione, quella decisiva. Ovviamente sono felice di quello che ho "combinato" fino ad oggi ma i conti si fanno solo alla fine, quindi non parlatemi di strategie strane e di conteggi da ragioniere. Abbiamo due primati da difendere e non è così semplice: avete visto come si fa presto a perdere punti, gli avversari sono pronti ad approfittare di ogni passo falso. Ci sono ancora sei gare, ben 150 punti in palio, e dunque matematicamente è ancora tutto possibile. Per tutta la squadra, è il momento di ritrovare il massimo della concentrazione, da ora in poi ogni gara può essere decisiva."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top