Sport

pubblicato il 30 agosto 2010

MotoGP 2010, Indianapolis: Dani c'è, Dovi no

Vittoria per Pedrosa, opaco quarto posto per Dovizioso

MotoGP 2010, Indianapolis: Dani c'è, Dovi no
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Indianapolis, Team Honda HRC - anteprima 6

Vittoria schiacciante ed il buon sapore di rivincita sulla sfortuna che l'aveva costretto al ritiro lo scorso anno, Dani Pedrosa esce da Indianapolis con la certezza di aver fatto fatto un lavoro eccezionale ma anche di avere il potenziale per tentare l'attacco a Lorenzo nella fase finale della stagione. Oggi come oggi, infatti, i 68 punti che lo separano dal leader in classifica possono anche sembrare impossibili da rimontare, ma è anche vero che ne lui ne la Honda sono mai stati così in forma come in questo periodo e Lorenzo ha dimostrato anche lo scorso anno di soffrire i finali di campionato.

"Sono molto contento di questa vittoria - ha dichiarato Pedrosa - conquistata in una gara particolarmente dura per il caldo. Non ho fatto una partenza perfetta, ma sono stato abbastanza veloce e questo mi ha permesso di restare con i primi. Avevo un buon passo e anche se Spies girava forte, sono stato in grado di riprenderlo. Sono soddisfatto di come ha lavorato la moto oggi perché era veloce sul rettilineo ed andava bene anche in curva. Una volta in testa, è stata dura mantenere la concentrazione e a fine gara ero molto stanco. È una grande gioia. Lo scorso anno sono caduto, oggi mi sono ripreso la rivincita. Ci sono state molte cadute. Era facile commettere un errore, bastava uscire di traiettoria per ritrovarsi a terra, soprattutto verso fine gara quando le gomme sono calate. Con questa vittoria, ho superato la barriera di due vittorie a stagioni e anche questo è un traguardo importante. Abbiamo fatto un ottimo lavoro e spero di mantenere questa forma anche il prossimo fine settimana a Misano. Desidero ringraziare il team e le persone intorno a me."

Situazione completamente diversa per Dovizioso. La moto c'è, ha vinto, ma lui non è riuscito a sfruttarne al 100% il potenziale. Ok il quarto posto in qualifica, ma la condotta di gara è stata tutt'altro che positiva, visto e considerato che non è riuscito a tenere il passo di un Rossi non al massimo quanto a set-up della moto e forma fisica. Anche per lui, come per Valentino o la coppia Rossa, si spera che il weekend del GP di San Marino possa portare un nuovo sorriso.

"Sono deluso - ha dichiarato Dovizioso - perchè mi aspettavo un risultato migliore. Le condizioni erano veramente estreme, con la temperatura dell’asfalto superiore ai 50 gradi. Ho fatto una buona partenza e per due terzi della gara sono stato in grado di lottare per il podio. Poi ho iniziato a perdere troppo in determinati punti per cui è sfumata questa possibilità. Ero più lento di ieri, Dani invece era molto veloce e fortissimo a metà curva. Anche il suo stile di guida ha fatto la differenza. Credo che dovrò rivedere la mia posizione e anche il mio stile di guida. Adesso guardo a Misano, la mia gara di casa, dove arrivo terzo in campionato."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top