Sport

pubblicato il 22 agosto 2010

Rinnovo Biaggi-Aprilia: "è tutto con il condizionale"

Il romano cercherà l'accordo con i vertici di Noale in settembre

Rinnovo Biaggi-Aprilia: "è tutto con il condizionale"

A poche settimane dalle conferme ufficiose relative all'accordo siglato tra Aprilia e Biaggi per le stagioni 2011 e 2012, il quattro volte Campione del Mondo italian-monegasco torna a parlare della faccenda "rinnovo" sulle pagine della Gazzetta dello Sport.

In un'intervista rilasciata a Paolo Gozzi, Biaggi dichiara apertamente di non aver ancora siglato alcun contratto con la Casa di Noale: anzi, allo stato attuale sembra che le posizioni tra le due parti siano lontane rispetto a quanto avevano lasciato intendere alcune voci "vicine" al Reparto Corse noalese.

"Mi hanno fatto una proposta - dichiara Biaggi nell'intervista - ma c'erano valide motivazioni per non concludere. Ad oggi so che correrò altre tre gare, poi si vedrà. Se sarò in pista nel 2011 darò sempre il massimo per vincere. L'Aprilia ha le risorse economiche e tecniche per farlo anche nel 2011. Tutti insieme ci crediamo. Sempre che resti: aspettate settembre e saprete."

La diatriba tra le due parti nasce dalle richieste di Biaggi, che sostanzialmente parlano di un contratto biennale ad 1 milione di euro a stagione più premi vittoria. In Aprilia vorrebbero un rinnovo annuale con ritocchi verso il basso per i premi vittoria, molto alti nelle prime due stagioni per ovvie ragioni motivazionali.

La volontà di Aprilia di non fare piani a media scadenza con Biaggi non è data tanto dalle prestazioni del romano, che quest'anno potrebbe portare il primo titolo in WSBK nella storia del Leone, ma forse da interessi legati ad un clamoroso ritorno in MotoGP, annunciato dallo stesso colaninno nel 2007 durante il lancio di Shiver e "patrocinato" da un regolamento 2012 che sembra essere fatto su misura per assicurarsi il rientro di Aprilia e l'arrivo di BMW nella massima serie.

Un rientro che potrebbe anche anche escludere il romano dai piani Aprilia in WSBK: in tempi di coperte corte, l'ingaggio di Biaggi ed i soldi spesi per il team potrebbero essere molto utili per dare vita ad un programma MotoGP, certamente più interessante da un punto di vista mediatico rispetto al poco popolare campionato WSBK.

Ne sapremo di più nelle prossime settimane. Stay tuned!

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top