Sport

pubblicato il 18 agosto 2010

MotoGP 2010, Brno: buon 2° posto per Pedrosa

Lo spagnolo non punge ma arriva a podio, Dovizioso cade

MotoGP 2010, Brno: buon 2° posto per Pedrosa
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Brno, Team Honda HRC - anteprima 6

Certo, lottare per la vittoria è un'altra cosa, ma il Dani Pedrosa formato 2010 appare decisamente più convincente rispetto a quello visto la scorsa stagione. Il piccolo spagnolo, che il prossimo anno "dovrebbe" ritrovarsi un compagno di squadra scomodo come Stoner, ce l'ha messa tutta per contrastare lo strapotere della Yamaha di Lorenzo sulla pista di Brno, pur riuscendo solo in parte nell'impresa. E' stato l'unico dei piloti in corsa, infatti, a non veder sparire completamente la sagoma dello spagnolo dal mirino...riuscendo contemporaneamente a mettere qualche secondo di margine tra sé e la Ducati #27.

Una corsa priva di spunti particolari, insomma, comunque impreziosita da una pole position "stratosferica" frutto di una capacità di giocarsi il giro secco davvero fuori dal comune. Quella del ritorno ai piani alti della Honda, seppur non da attrice protagonista, non è però solo frutto del talento di Pedrosa, ma di un accurato lavoro di sviluppo che sta portando avanti con grande dedizione Andrea Dovizioso: il pilota italiano sembra essere "stato nominato" per lasciare il posto a Stoner nel team interno - ecco perchè dicevamo che Pedrosa dovrebbe essere il compagno di Stoner... - anche se i vertici di Tokyo non sembrano essere intenzionati a lasciare l'unico buon collaudatore del dopo Valentino a piedi.

L'ipotesi più accreditata, aldilà dello 0 di ieri, è quella che l'italiano passi con materiale, supporto e ruolo di "primo" collaudatore al team di Fausto Gresini, prendendo il posto di Melandri (che dovrebbe andare in BMW SBK) a fianco di Simoncelli, anch'esso dotato di RC212V in allestimento Factory. Lo sapremo in ogni caso presto: i giochi ai piani alti sono fatti ed i pochi posti disponibili nei top team saranno occupati a suon di comunicati nei prossimi giorni.

"È bello - dichiara Pedrosa - tornare sul podio dopo la caduta di Laguna Seca. Sono contento per questo. Ho fatto una buona partenza, alla prima curva ero in testa mentre alla prima curva a sinistra ho frenato troppo presto perché ero preoccupato per la temperatura delle gomme e così Ben e Jorge mi hanno passato. Quando mi sono riportato secondo, ho spinto al massimo per non perdere il contatto con Jorge. Per alcuni giri ci sono riuscito, ma non riuscivo ad essere veloce come ieri. Derapavo abbastanza e faticavo in uscita di curva. Non è un risultato eccezionale, ma comunque era importante tornare sul podio."

"Non ci voleva proprio la caduta di oggi! Sono molto dispiaciuto - ha dichiarato Dovizioso - perché avevamo il passo per lottare per il podio. Avevo recuperato un paio di posizioni e non volevo perdere il contatto con i primi. Stavo spingendo, ma purtroppo alla curva 9 ho fatto un errore e ho perso l’anteriore. Durante il fine settimana eravamo al limite con l’anteriore e oggi il vento ha peggiorato la situazione. Nella caduta mi sono preso un bello spavento perché mi rendevo conto di essere in mezzo alla pista. Sono stato fortunato ad uscirne senza conseguenze. Torneremo a Indianapolis più forti di prima. Sono fiducioso."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top