Sport

pubblicato il 16 agosto 2010

Rossi in Ducati 3/3: Preziosi non vede l'ora...

Grandi aspettative per l'arrivo del tavulliano a Borgo Panigale

Rossi in Ducati 3/3: Preziosi non vede l'ora...

Arrivato con un certo ritardo rispetto all'annuncio del divorzio tra Stoner e la Ducati, il comunicato stampa che annuncia l'approdo di Valentino Rossi alla Rossa di Borgo Panigale è arrivato nella serata di ieri, nello stesso momento in cui "il fatto" veniva annunciato dal tavulliano e dalla Yamaha.

Un annuncio che tutti aspettavano da tempo, da molti considerato come l'accordo del secolo per quanto concerne le corse motociclistiche: un annuncio che porterà una ventata di freschezza ad un ambiente reso un po' statico nelle ultime stagioni dall'assenza di movimenti di mercato importanti e che permetterà di dare nuove dimensioni a piloti come Stoner e Lorenzo.

Non tanto il prossimo anno...ma dal 2012, infatti, l'australiano e lo spagnolo si ritroveranno a mettere mano a progetti figli del nuovo regolamento MotoGP, che permetterà il ritorno alla cilindrata piena (1 litro). Una nuova sfida per piloti abituati a guidare moto sviluppate da Rossi, nel caso di Jorge, e dal genio diei tecnici Ducati nel caso di Stoner...che permetterà finalmente di valutare al 100% le capacità del campione del mondo 2007 ed quello che con ogni probabilità sarà il campione del mondo quest'anno.

Chi starà sorridendo sotto ai baffi (che non ha) sarà invece Filippo Preziosi, vertice di Ducati Corse e padre di tutte le Desmosedici viste sino ad oggi: estremo ricercatore della perfezione tecnica, come Rossi, l'ingegnere non vede l'ora di lavorare con Valentino. Nel cassetto ci sono tante soluzioni per la prossima stagione e moltissime per il 2012, quando l'esperienza di Rossi sarà fondamentale per dettare le linee guida attorno alle quali sviluppare la Desmosedici negli anni in cui rimarrà in vigore il nuovo regolamento.

"Siamo particolarmente felici di poter annunciare che dal 2011 Valentino Rossi sarà con noi", ha commentato Gabriele Del Torchio, Presidente Ducati Motor Holding. "Un binomio d’eccellenza nel panorama motociclistico mondiale, coerente con la nostra caratteristica di azienda italiana, portabandiera dei valori del "made in Italy" che trovano nella tecnologia, nel design e nella sportività gli elementi distintivi e la chiave del successo. Un accordo che è stato reso possibile oltre che dalla ferma volontà delle parti, anche dal convinto supporto del nostro azionista Investindustrial e di tutti gli sponsor del Ducati Marlboro Team, che hanno creduto in questa opportunità e continuano a darci fiducia, condividendo e appoggiando le nostre scelte."

"Valentino è prima di tutto un grande appassionato di moto e per me è sempre stato un piacere ascoltare i suoi commenti tecnici", ha detto Filippo Preziosi, Direttore Generale Ducati Corse. "Fino a Valencia rimarrà un avversario la cui grandezza è qualcosa che ha sempre dato un valore speciale alle nostre vittorie, ma nel momento in cui salirà sulla Ducati potremo analizzare liberamente ogni dettaglio tecnico per sviluppare una moto sempre migliore che possa permettergli di esprimere il suo straordinario talento. Poter lavorare con lui rappresenta quanto di più stimolante ogni tecnico possa sperare ed è bello sapere che la prossima stagione avremo questa grande opportunità".

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top