Sport

pubblicato il 31 luglio 2010

WBSK 2010, Silverstone, Superpole: Crutchlow show

Il #35 della Yamaha porta ancora l'R1 in pole

WBSK 2010, Silverstone, Superpole: Crutchlow show

"Non serve ringraziare Valentino, perchè ogni pilota guida in modo diverso e la moto di Cal è la stessa degli ultimi due GP." Non possiamo che fidarci, ovviamente, di quanto dichiarato da Meregalli in diretta TV...anche se sorprende notare come la Yamaha del dopo Rossi sia tornata ad essere velocissima in qualifica, tanto da permettere a Crutchlow il lusso di girare a otto decimi dal tempo ottenuto in qualifica sulla stessa pista dalla M1 di Lorenzo.

Un tempo stratosferico il 2'04.091 ottenuto dall'inglese, davvero impossibile per tutti gli altri piloti del Mondiale per derivate di serie: il primo degli inseguitori infatti, Rea, ha fermato la sua Honda a 2'04.763 mentre Fabrizio (Ducati) non è riuscito a scendere sotto al muro del '05, pur conquistando una posizione in griglia del tutto degna di nota in una delle stagioni più nere delle Ducati ufficiali. "Dire che siamo contenti non possiamo, perchè si è contenti quando si conquista la pole - ha dichiarato Marinelli - ma il passo è buono e domani possiamo fare abbastanza bene." Per come ha guidato e per la sfortuna di non essere riuscito a sparare l'ultima cartuccia in Q3, crediamo che l'attesa del suo team manager possa essere rispettata nelle due corse di domani.

Niente male nemmeno Smrz (4°), che conferma di avere un certo feeling con la Aprilia RSV, così come ha girato forte guidando molto bene Haslam. Il suzukista sembra ritrovato rispetto agli ultimi due round in cui era sparito, anche se domani sarà dura per lui: Biaggi è riuscito con un colpo di reni a conquistare un posticino nelle prime due file e la speranza di tornare sotto al romano in classifica si fa sempre più debole.

Molto bene, anche se la sensazione è ancora quella che manchi qualcosa, le BMW: unico team con due moto nel Q3 (Aprilia ha una privata e una ufficiale), hanno girato in 2'05 alto nel caso di Corser e in poco meno di 2'07 con Xaus.

Fuori dall'ultimo Q della Superpole i due del team Althea, con Byrne davanti a Checa, ma anche il suzukista Guintoli, che aveva fatto molto bene nelle ultime corse. Male anche Toseland, protagonista di una caduta spettacolare, ed Haga: il giapponese, oltre ad aver perso la bussola, deve aver già il pensiero alla Kawasaki 2011 di cui potrebbe essere pilota ufficiale la prossima stagione.

Nel dimenticatoio anche Camier, Neukirchner, Parkes e, purtroppo, Scassa: l'italiano è stato protagonista di una caduta nel primo Q che l'ha messo fuori dalla lotta per le prime posizioni.

WSBK 2010, Silverstone, Superpole - 31/07/2010
1 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 2'04.091
2 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 2'04.763
3 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 2'05.083
4 96 Smrz J. (CZE) Aprilia RSV4 Factory 2'05.168
5 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 2'05.595
6 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 2'05.682
7 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 2'05.740
8 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 2'06.787
9 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 2'05.026
10 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 2'05.035
11 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 2'05.066
12 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 2'05.397
13 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 2'05.564
14 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 2'05.903
15 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 2'06.425
16 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 2'10.663
17 25 Brookes J. (AUS) Honda CBR1000RR 2'06.271
18 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 2'07.041
19 23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR 2'07.636
20 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 2'07.042
21 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 2'07.677
22 8 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 2'08.689
23 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 2'10.431
24 46 Bridewell T. (GBR) Honda CBR1000RR 2'11.057
25 87 Yanagawa A. (JPN) Kawasaki ZX 10R 2'11.230

Autore: Emiliano Perucca Orfei

Tag: Sport


Top