Attualità e Mercato

pubblicato il 28 luglio 2010

Nuovo Codice della Strada: ecco cosa cambia

Tutte le novità su neopatentati, alcol, droga e limiti di velocità

Nuovo Codice della Strada: ecco cosa cambia

Il Senato ha approvato definitivamente il ddl 1720-B che introduce nel Codice della Strada le nuove disposizioni in materia di sicurezza stradale di cui si è discusso in questi giorni e, più precisamente, i voti sono stati 145 favorevoli (Pdl e Lega), 122 astensioni (Pd, Idv, Udc, Svp) e nessun voto contrario.

STRETTA SU DROGA E ALCOL
Divieto assoluto di bere per neopatentati per i primi tre anni e i conducenti professionali di mezzi che trasportano persone o cose con sanzioni da 155 a 624 euro, qualora sia stato accertato un tasso alcolemico superiore a 0 e non superiore a 0,5 g/l. Dalle 3 di notte fino alle 6 del mattino nessun locale potrà più vendere alcolici. Negli Autogrill il divieto si estende dalle 22 per i superalcolici (con multe da 2.500 a 7.000 euro) e dalle 2 del mattino per birra e vino (da 3.500 fino a 10.500 euro). Per gli esercenti sarà obbligatorio possedere un etilometro, da mettere a disposizione dei clienti, per una prova prima di mettersi al volante. Un'altra novità è anche l'obbligo per chi fa domanda per il primo rilascio della patente di qualunque categoria di produrre un'apposita certificazione da cui risulti il non abuso di sostanze alcoliche e il non uso di sostanze stupefacenti e psicotrope, rilasciata sulla base di accertamenti clinici a carico del richiedente. Per gli autisti professionali (taxi, bus, camion e tir) la norma è ancora più restrittiva: test antidroga per il rinnovo della patente e ritiro o licenziamento per giusta causa se trovati alla guida in stato di ebbrezza.

NEOPATENTATI
Entra in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione della legge sulla G.U. l’applicabilità della decurtazione di 5 punti patente per chi guida sotto l’influenza dell’alcool se di età inferiore a 21 anni, neo-patentato o esercita professionalmente l’attività di trasporto di persone o di cose. Il conseguimento della patente B sarà vietato fino a 19 anni se il minorenne viene trovato alla guida dopo avere assunto alcolici e fino a 21 anni se con un tasso alcolemico superiore a 0,5 grammi per litro. Nei casi in cui si applica la sospensione della patente, questa è è aumentata di un terzo alla prima violazione ed è raddoppiata per le violazioni successive. Viene anche introdotto il limite di potenza, già esistente ma mai entrato in vigore perché eccessivamente limitativo: nel primo anno successivo al conseguimento non si possono guidare auto con una potenza specifica superiore a 55 kW/t (50 in precedenza) e comunque non oltre i 70 kW.

REVISIONE DELLA PATENTE
Alla revisione della patente di guida sarà sottoposto anche chi dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita di almeno 5 punti, commetta altre due violazioni non contestuali, nell’arco di 12 mesi dalla prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno 5 punti. Sono previsti i corsi di guida sicura avanzata che potranno essere utili al recupero di punti decurtati, fino ad un massimo di 5. È introdotto l’obbligo di un esame alla fine dei corsi per il conseguimento di 6 punti patente.

PERMESSO PER LAVORO
Chi subisce una sospensione della patente, ma solo nel caso non abbia provocato un incidente, può presentare istanza al prefetto per ottenere un permesso di guida in determinate fasce orarie, e comunque di non oltre 3 ore al giorno per ragioni di lavoro, qualora risulti impossibile o estremamente gravoso raggiungere il posto di lavoro con mezzi pubblici o non propri. Qualora questa sia stata accolta, il periodo di sospensione è aumentato di un numero di giorni pari al doppio delle ore per le quali è stata autorizzata la guida, arrotondato per eccesso. Tale permesso può essere concesso una sola volta.

GUIDA ACCOMPAGNATA
Nel CdS viene introdotta la possibilità per i 17enni titolari di patente A di guidare a patto che sia stata rilasciata apposita autorizzazione dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e che il minore sia accompagnato da un conducente titolare di patente di categoria B o
superiore da almeno dieci anni. La guida accompagnata sarà possibile solo dopo che il minore avrà terminato in autoscuola almeno dieci ore di corso pratico di guida, delle quali almeno quattro in autostrada o su strade extraurbane e due in condizione di visione notturna.

MULTE A RATE
Chi deve pagare una multa per una o più violazioni accertate con uno stesso verbale di importo superiore a 200 euro e versa in condizioni economiche disagiate può richiedere il pagamento in rate mensili. Ha diritto chi è titolare di un reddito imponibile non superiore a 10.628,16 euro. Se convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi di ogni componente e i limiti di reddito sono elevati di euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi. Si può ottenere un massimo di 12 rate se l’importo dovuto non supera 2.000 euro, fino a 24 rate se l’importo dovuto non supera euro 5.000 e un massimo di 60 rate se l’importo dovuto supera 5.000 euro.

MINICAR
Aumentano le sanzioni da 1000 a 4000 euro per chi produce o commercializza ciclomotori e minicar che superano i 45 km/h, 779 a 3.119 euro per le officine che truccano i motocicli e le minicar, mentre per chi li guida le sanzioni vanno da 389 a 1.559 euro. Diventa obbligatorio per le minicar l'uso delle cinture di sicurezza.

GLI OVER 80
Chi ha superato gli 80 anni di età può continuare a guidare solo se consegue uno specifico attestato di idoneità alla guida rilasciato dalla commissione medica locale a seguito di visita medica specialistica biennale, con oneri a carico del richiedente.

LIMITI DI VELOCITA'
I tagli ai punti della patente per eccesso di velocità vengono adesso modulati in maniera graduale, ma le sanzioni pecuniarie e le sospensioni si fanno più dure: 3 punti se si superano i limiti massimi di oltre 10 km/h con sanzioni confermate da 155 a 624 euro; 6 punti con multa da 500 a 2.000 euro se si superano di oltre 40 km/h; 10 punti, multa da 779 a 3.119 euro patente sospesa da 6 a 12 mesi se si superano i limiti di oltre 60 km/h. Sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, dotate di Tutor, gli enti proprietari o concessionari possono elevare il limite massimo di velocità fino a 150 km/h.

TARGA PERSONALE
Viene introdotto il sistema della targa personale: la targa non è più destinata a seguire le vicende giuridiche del veicolo, ma è trattenuta dal proprietario nel caso di trasferimento di proprietà del veicolo o di altra modificazione del titolo. La singola targa, in ogni caso, non può essere abbinata a più di un veicolo. Le nuove disposizioni si applicheranno trascorsi sei mesi dall’entrata in vigore della legge.

CIRCOLAZIONE NEI CENTRI URBANI
Chiunque circola con veicoli appartenenti a categorie di emissioni inquinanti inferiori a quelle prescritte è soggetto ad una sanzione amministrativa da euro 155 a euro 624 e, nel caso di reiterazione della violazione nel biennio, alla sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni.

DECORO DELLE STRADE
Chiunque insozza le strade pubbliche gettando rifiuti od oggetti dai veicoli in movimento o in sosta è punito con la sanzione amministrativa da 100 a 400 euro. Si tratta di un ammorbidimento della norma precedente che prevedeva multe da 500 a 1.000 euro.

Autore: Daniele Pizzo

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada


Top