Sport

pubblicato il 21 luglio 2010

MotoGP 2010: le dichiarazioni pre-Laguna Seca

I piloti dei top team pronti a dare battaglia

MotoGP 2010: le dichiarazioni pre-Laguna Seca
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 6

Lo scorso anno a Laguna Seca vinse Dani Pedrosa mettendosi alle spalle le due Yamaha ufficiali di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, le uniche a non prendere distacchi importanti dato che a seguire arrivarono le due Ducati di Stoner e Hayden, a 12 secondi l'australiano e a 21 secondi l'americano.

Quest'anno a mescolare un po' le carte ci si potrebbero mettere in parecchi. Pedrosa, fresco vincitore del Sachsenring sembra calmo e sereno, fiducioso in un pacchetto tecnico che quando è davvero a punto lo mette in condizioni di involarsi solitario verso la vittoria. Lorenzo ha l'aria sorniona di chi ha capito che vincere è bello ma gestire un vantaggio considerevole in campionato non è una strategia da disprezzare. Rossi, dopo il "test" del GP tedesco ha una gran voglia di "pettinare" sia il quasi ex-compagno di squadra - che non gli sta affatto simpatico - sia il cangurino della quasi ex-Ducati, un po' per rinverdire i fasti dello storico duello del 2008 e un po' per restituirgli il dispiacere del sorpasso all'ultima curva di domenica scorsa. Per Stoner si può fare il ragionamento opposto...

Qui lo scorso anno Dovizioso cadde e Hayden, sulla pista di casa, non fece quanto ci si aspettava da lui. In più quest'anno mettiamoci anche un Ben Spies che nell'arido catino di Laguna Seca (e con una M1 molto simile a quella factory) potrebbe davvero gasarsi, e un Simoncelli che sembra stia trovando il bandolo della matassa sulla RC212V semi-ufficiale di Gresini, ed ecco che motivi per passare una piacevole domenica sera a casa davanti alla TV ne troverete davvero tanti.

"Questa è la prima volta nella stagione che lasciamo l'Europa - dice Jorge Lorenzo - e sono eccitato all'idea di recarmi nuovamente a Laguna Seca, una delle piste più famose del mondo. Mi piace andare là e uno dei miei obiettivi è quello di vincervi, un giorno! L'anno scorso sono caduto, ma ho anche fatto la pole e sono salito sul podio. Veniamo da un secondo posto al Sachsenring e il nostro obiettivo rimane lo stesso: essere consistenti e puntare sempre al podio ."

"Sono stato molto felice di essere tornato al Sachsenring e di aver lottato per il podio - ha detto Valentino Rossi - anche se ho perso di misura, era più di ciò che avremmo potuto sperare. Ho ancora qualche dolore alla gamba, ma sono sempre più forte ogni giorno e mi auguro che questa settimana sarò in forma migliore in modo da poter provare a migliorare ulteriormente. Laguna è una pista diversa da tutte le altre ma è sempre molto divertente guidarvi e negli ultimi due anni ci ho corso delle grandi gare."

"Laguna è una pista che mi è sempre piaciuta - ha dichiarato Casey Stoner - perché è impegnativa ma divertente e segue l’andamento del terreno e di tutti i suoi saliscendi e cambi di direzione. Inoltre apprezzo molto l’atmosfera festosa ma rilassata dei tifosi americani. Naturalmente mi piacerebbe un bel risultato ma non voglio fare alcuna previsione perché ultimamente siamo sempre arrivati vicini al top senza però riuscire a concretizzare quello che volevamo. Ci manca molto poco, un po’ più di grip, di stabilità in frenata e di maneggevolezza, dettagli che ci darebbero quel paio di decimi che ci mancano. Sono pochi ma, visto il livello attuale, si fanno sentire. Vedremo, noi partiamo comunque con l’obiettivo di fare meglio di quanto fatto finora".

"Sono naturalmente contento di correre a Laguna - ha detto Nicky Hayden - una pista che per me è assolutamente speciale, dura ma bellissima, dove ho vinto il mio primo GP. Non voglio fare il presuntuoso perché sono americano ma è davvero un circuito particolare. Non c’è una parte che sia un vero rettilineo, le curve sono tutte connesse le une con le altre e ce ne sono di tutti i tipi, sia lente sia veloci. Il cavatappi è unico, una picchiata dall’altezza di un terzo piano, completamente cieca. Ti sembra di precipitare nel vuoto. Un’altra particolarità di Laguna è che non puoi permetterti la minima sbavatura in alcun punto perché esci da una curva impostando già la traiettoria per la successiva. Al Sachsenring abbiamo avuto un fine settimana impegnativo ma in gara siamo riusciti a recuperare, ritrovando un buon feeling con la moto. Per questo mi sento fiducioso."

"Vincere in Germania è stato fantastico - ha dichiarato Dani Pedrosa - e significa che andiamo a Laguna Seca in grande forma. Credo che la gara sarà molto simile all'ultima, con tempi molto ravvicinati e spero ripeteremo l'efficacia del lavoro svolto in Germania. La nostra competitività al Sachsenring è derivata dal fatto di essere già molto veloci fin dalle prime prove libere del venerdì. Quando tutto è a posto come in quel caso siamo in grado di competere con tutti i nostri rivali e di batterli, ed è quello che voglio fare anche stavolta. Abbiamo fatto una grande gara a Laguna Seca l'anno scorso, vincendo, e mi piacerebbe ripetermi quest'anno per andare in vacanza dopo questo week-end con un altra vittoria in carniere. So che dobbiamo lavorare molto duro per far succedere ciò perché Lorenzo non sta facendo nessun errore, Stoner sembra tornato al suo massimo livello, e Rossi è tornato molto forte, tanto che sono sicuro negli Stati Uniti sarà ancora più veloce che in Germania. Possiamo essere ancora là davanti se lavoriamo sodo. Abbiamo cominciato la stagione senza la possibilità di lottare con i piloti di testa mentre ora siamo al livello giusto per farlo. Ovviamente dobbiamo tenere i piedi per terra e non rilassarci."

"Non vedo l'ora di correre a Laguna Seca - ha dichiarato Andrea Dovizioso - perché è un tracciato unico e voglio assolutamente migliorare il mio risultato del GP di Germania. Siamo totalmente concentrati sull'obiettivo di ottenere un ottimo risultato questo weekend prima della pausa estiva della MotoGP. Sono stato veloce lo scorso anno a Laguna Seca e stavo facendo una grande gara prima di danneggiare la leva della frizione che poi ha contribuito alla mia uscita di scena. Fino a quel momento stavo battagliando con Valentino e avrebbe potuto essere una grande gara. Ad ogni modo sono fiducioso per l'imminente GP e credo potrò essere competitivo. Dani ha vinto qui lo scorso anno e anche domenica scorsa al Sachsenring e ciò mi dà una motivazione ulteriore. Il circuito di Laguna Seca è speciale, molto diverso da quelli che incontriamo abitualmente in Europa, ed è per questo che è così bello correre lì. Mi piace molto l'atmosfera, la gente e i tifosi ed è sempre un piacere andare in California."

Ecco tutti gli orari grazie ai quali seguire dall'Italia l'andamento di prove, qualifiche e gara.
Venerdì FP1 dalle 22.55 alle 23.55, sabato FP2 dalle 18.55 alle 19.55 e qualifiche ufficiali dalle 22.55 alle 23.55; domenica warm-up dalle 18.40 alle 19.00 e gara alle 23.00.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Sport


Top