Sport

pubblicato il 20 luglio 2010

Rossi sulla Rossa: scambio di cortesie tra Yamaha e Ducati

L'annuncio può attendere, i test no

Rossi sulla Rossa: scambio di cortesie tra Yamaha e Ducati
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Sachsenring, gallery gara - anteprima 6

Su Gazzetta.it di oggi la collega Alessia Cruciani anticipa uno scambio di cortesie tra Ducati e Yamaha per il passaggio di Valentino Rossi dalla Casa dei tre diapason a quella di Borgo Panigale.

Pare certo infatti ormai che il comunicato ufficiale con cui Ducati annuncerà l'ingaggio del fuoriclasse di Tavullia partirà subito dopo il GP della Repubblica Ceca a Brno, il 16 agosto. Ma perché aspettare tanto se è certo che il "dottore" l'anno prossimo sarà sulla Desmosedici GP11? Si tratterebbe di uno scambio di favori tra Yamaha e Ducati.

Dato che gli Stati Uniti sono un mercato fondamentale per la Casa giapponese c'è la necessità di sfruttare al 100% l'immagine di quello che è ancora a tutti gli effetti un pilota Yamaha, senza che la sua forza di testimonial risenta dell'invadente risonanza mediatica del "cambio di casacca". In questo modo si vuole anche evitare che la futura accoppiata Rossi-Ducati distolga l'attenzione dalla leadership in campionato di Lorenzo, futura risorsa Yamaha su tutti i fronti, sportivi e di comunicazione.

In cambio la Casa giapponese lascerebbe Rossi libero di provare la Ducati MotoGP subito dopo il GP di Valencia, ultima prova in calendario, in deroga al contratto che prevederebbe di aspettare la fine del 2010. Un vantaggio per il neo-team tutto italiano, che potrà così cominciare a lavorare alla moto 2011 già con le prime indicazioni di Valentino.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Sport


Top