Sport

pubblicato il 12 luglio 2010

WSTK 2010, Brno: Badovini... e 6!

Nessuno scampo per gli avversari di Ayrton e la sua S1000RR

WSTK 2010, Brno: Badovini... e 6!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSTK 2010, Brno - Vince Badovini su BMW S1000RR - anteprima 1
  • WSTK 2010, Brno - Vince Badovini su BMW S1000RR - anteprima 2
  • WSTK 2010, Brno - Vince Badovini su BMW S1000RR - anteprima 3
  • WSTK 2010, Brno - Vince Badovini su BMW S1000RR - anteprima 4
  • WSTK 2010, Brno - Vince Badovini su BMW S1000RR - anteprima 5

Qualche difficoltà di troppo nella messa a punto incontrata durante le prove non ha fermato la marcia trionfale di Ayrton Badovini nella Coppa del Mondo Superstock in programma sul circuito ceco di Brno. Il pilota del BMW Motorrad Italia STK team in gara non ha avuto vita facile trovando in Lorenzo Zanetti (Ducati) un coriaceo avversario che gli ha conteso la vittoria sino all'ultimo giro. E' la sesta consecutiva per Badovini!

A due giri dalla partenza il francese Maxime Berger (Honda), fino a quel momento principale antagonista di Badovini, è caduto toccando la parte posteriore della BMW di Ayrton, urto che ha causato la rottura della staffa del silenziatore, arrivato a toccare la ruota e a generare di conseguenza delle vibrazioni.

Zanetti e la sua Ducati 1098R hanno condotto la corsa per i primi cinque giri, dopodiché Badovini è riuscito a passare in testa e ad amministrare l'usura delle gomme fino al traguardo. Ora i suoi punti di vantaggio in classifica sono 150, ben 77 in più di Michele Magnoni, suo più immediato inseguitore.

"E' stata la gara più difficile dall'inizio della stagione - ha detto Badovini - avevamo problemi di grip e le cadute erano all'ordine del giorno. Il mio obiettivo era quindi di portare a casa il più possibile senza buttare via la gara, considerando che Berger, mio avversario più diretto, era uscito di scena. Ho dovute gestire molto l'usura delle gomme e usare la testa per spuntarla su Zanetti, che non aveva nulla da perdere in campionato".

Daniele Beretta è riuscito in gara a raddrizzare una situazione difficile e con una veloce rimonta ha conquistato un quarto posto che gli consente di salire in decima posizione della classifica di Coppa.

"Oggi è stata una gara difficile - ha dichiarato Serafino Foti, team manager del BMW Motorrad Italia STK team - soprattutto per il contatto al primo giro tra Berger e Ayrton, e per l'elevata temperatura dell'asfalto (42°). Ayrton è stato veramente bravo a gestire questa situazione: oltre ad avere avuto la moto danneggiata, oggi era facilissimo cadere. Anche se abbiamo molti punti di vantaggio continueremo a lavorare per presentarci a Silverstone con l'obiettivo di chiudere il campionato in anticipo. Daniele è stato autore di una bellissima gara, recuperando tantissime posizioni e girando costantemente un secondo e mezzo più forte delle prove".

WSTK 2010, Brno, gara - 11/07/2010
1. A. Badovini (BMW) 25'02"800
2. L. Zanetti (Ducati) 0.286
3. A. Antonelli (Honda) 4.060
4. D. Beretta (BMW) 6.201
5. L. Baroni (Ducati) 7.926.

CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI
1. A. Badovini p. 150
2. M. Magnoni p. 73
3. M. Berger p. 66
4. A. Antonelli p. 57
5. D. Giugliano p. 53

CLASSIFICA CAMPIONATO COSTRUTTORI
1. BMW p. 150
2. Honda p. 109
3. Suzuki p. 69
4. Ducati p. 46
5. Yamaha p. 46

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top