Sport

pubblicato il 12 luglio 2010

WSBK 2010, Brno: Yamaha sì, Yamaha no

Benissimo in prova, solo discreta in gara.

WSBK 2010, Brno: Yamaha sì, Yamaha no
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 1
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 2
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 3
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 4
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 5
  • WSBK 2010, Brno, Team Yamaha Sterilgarda - anteprima 6

E' un mondiale strano quello siglato 2010 per Yamaha. Alla pole position di Crutchlow, ottenuta alla fine di un giro magistrale il sabato, è come al solito corrisposto un risultato relativamente deludente in corsa, con un terzo posto che sa di amaro pensando a come Spies dominava le gare nel corso del 2009 partendo dalla stessa casella in griglia...

"Sono deluso - ha dichiarato Cal Crutchlow, 3° e 14° - perché oggi avevo il passo per vincere. La prima gara non è stata perfetta perché ho accusato un po’ di problemi di grip al posteriore. Abbiamo fatto alcune modifiche ed ero sicuro che sarebbe andata meglio in gara 2. Invece ho fatto 12 giri con una gomma posteriore difettosa e dopo avere rischiato di cadere sono rientrato ai box per cambiarla. I restanti otto giri li ho fatti con un pneumatico nuovo e ho ottenuto il record della pista. Mi dispiace molto non essere riuscito a lottare per vincere, però queste sono le gare e non vedo l’ora arrivi la gara di Silverstone."

"In gara 1 - ha dichiarato James Toseland, 7° e 4° - mi è mancata la giusta accelerazione in uscita di curva e finire settimo in quelle condizioni mi ha sorpreso. Al secondo via il launch control non ha funzionato e sono rimasto fermo sulla linea di partenza ritrovandomi in fondo al gruppo. La moto poi ha iniziato ad andare bene e io l’ho sfruttata al massimo e sono riuscito a recuperare subito dodici posizioni e continuando a spingere fino a raggiungere il quarto posto finale."

"Abbiamo vissuto un weekend altalenante. Avevamo tutto per ottenere grandi risultati - ha dichiarato Massimo Meregalli, Yamaha World Superbike Team Sterilgarda Manager - ma siamo stati rallentati da fattori esterni. Cal in gara 1 non ha spinto come ieri in prova, ma è riuscito ugualmente a ottenere un buon terzo posto. Nella sfida successiva la situazione è cambiata completamente. James da ultimo alla prima curva ha rimontato fino al quarto posto. Cal, invece, ha avuto un problema con il pneumatico posteriore che lo ha costretto a fermarsi per cambiarlo. Rientrato in pista ha poi dimostrato che probabilmente quest’oggi era il più veloce."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top