Sport

pubblicato il 12 luglio 2010

WSBK 2010, Brno: solo un podio per Ducati

Due piazzamenti per Haga e 3° in gara2 per Fabrizio

WSBK 2010, Brno: solo un podio per Ducati
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 1
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 2
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 3
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 4
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 5
  • WSBK 2010, Brno, Team Ducati Xerox - anteprima 6

La prestazione non è quella che ci si aspetterebbe da una Ducati ufficiale, sia chiaro, ma i tempi sono chiaramente di vacche magre e vedere una 1198 F10 sul terzo gradino del podio in gara 2 può anche essere sufficiente per portare un flebile cenno di soddisfazione sui volti degli uomini al muretto di Borgo Panigale.

Di fatto, per investimento, tradizione e dimostrazione che la V2 italiana non è ancora così indietro come dicono (Bayliss a Misano ed al Mugello ha girato su tempi record) è evidente che c'è più di qualche dettaglio che non funziona a dovere nel box oltre che nella testa dei piloti della Rossa: Haga ha passato più tempo nelle vie di fuga che in pista nel corso della Superpole di sabato e Fabrizio, nonostante alcune buone prestazioni quest'anno, non ha la costanza ed il mordente per rinverdire i fasti di un passato - quello della Ducati - glorioso.

C'è bisogno di cambiare, di trovare nuove soluzioni in termini di piloti e qualcosa di nuovo per quanto concerne la 1198 F11, nell'attesa di una 1199 F12 che si annuncia rivoluzionaria: l'erede dell'ultima bicilindrica Testastretta, infatti, sarà completamente nuova nel motore e nella ciclistica. Il V90 non sarà più disposto a L ma a V e la costruzione del telaio seguirà il concetto di ispirazione "F1" introdotto da Preziosi in MotoGP con l'avvento della GP8.

NORIYUKI HAGA (Gara 1 – 6° , Gara 2 - 5°)
"Sono riuscito a partire bene in Gara 1 ma è stato difficile recuperare su Xaus. Le gomme non erano male nella prima metà della gara ma comunque ho faticato a spingere e Xaus mi è rimasto sempre lì davanti. Per la seconda gara abbiamo cambiato la gomma ma forse non è quella più adatta al mio stile di guida perché mi sentivo un po’ instabile, non mi dava il feeling giusto. Detto questo, ho potuto recuperare qualche posizione e quinto, anche se speravo di fare molto meglio ovviamente, non è male."

MICHEL FABRIZIO (Gara 1 – DNF , Gara 2 - 3°)
"In Gara 1 mi sono reso conto subito di un problema perché non potevo spingere come volevo, poi la moto ha cominciato a vibrare molto e ad un certo punto non ho potuto cambiare marcia, e ho dovuto rientrare ai box. E’ un peccato perché stavo recuperando su Toseland e speravo di poter fare un buon risultato, forse sarebbe stato possibile arrivare sul podio anche. Gara 2 invece è andata molto meglio. Ci siamo difesi e sono soddisfatto del risultato anche se mi sono dispiaciuto per Xaus ovviamente."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top