Attualità e Mercato

pubblicato il 9 luglio 2010

MTA fornitore del cruscotto Ducati Monster 796

Un elemento completamente digitale e ultrasottile

MTA fornitore del cruscotto Ducati Monster 796
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 1
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 2
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 3
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 4
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 5
  • Ducati Monster 796 - TEST - anteprima 6

Quando parliamo di un Costruttore dobbiamo sempre necessariamente fare riferimento ai suoi fornitori, perché come è ben noto una moto o uno scooter sono il frutto dell'assemblaggio di tutta una serie di componenti prodotti da aziende specializzate nei vari settori.

Nel caso di Ducati torniamo a parlare di MTA che, come nel caso della Multistrada 1200, fornisce il cruscotto anche del nuovo Monster 796. Si tratta di un elemento estremamente avanzato, completamente digitale, molto leggero e sottile, al punto tale da poter rimanere molto aderente al manubrio, perfettamente in linea con il look che i designer Ducati hanno voluto conferire al frontale del Monster, caratterizzato anche da un gruppo ottico molto "schiacciato" tra gli steli della forcella.

L'elemento prodotto da MTA fornisce un gran numero di informazioni: contachilometri, contagiri, orologio, intervalli manutenzione, temperatura olio, trip fuel, temperatura aria, cronometro, spia pressione olio, spia riserva, spia indicatori di direzione, spia folle, spia fuorigiri, immobilizer. La strumentazione è predisposta per il sistema acquisizione dati (DDA) offerto come optional.

MTA S.p.A. con sede a Codogno (LO) è stata fondata nel 1954. E' un’azienda di riferimento a livello mondiale per la produzione di componenti elettrici ed elettronici destinati al mercato automotive. Oltre alle sedi italiane di Codogno e Concordia, dove sono ubicati i reparti produttivi principali (prodotti elettromeccanici a Codogno e prodotti elettronici a Concordia), i laboratori e i Centri di R&S (vero fiore all’occhiello della multinazionale), l’azienda ha inaugurato negli ultimi 10 anni 5 sedi estere: MTA Brasil, MTA Polska, MTA Slovakia, MTA USA e, ultima in ordine cronologico, MTA India. Attualmente il gruppo MTA occupa in totale più di 800 persone ed il suo fatturato, per tutte e sette le sedi, ammonta a 120 milioni di Euro.

I prodotti che MTA progetta e sviluppa per i più importanti costruttori vanno dai fusibili, le scatole porta fusibili, i connettori e terminali di potenza, i morsetti batteria, i terminali occhiello, fino ai tappi radiatore e ai sensori di livello. Nel campo dell’elettronica, accanto a prodotti quali le centraline destinate a numerose applicazioni automotive, MTA ha oggi un’importante presenza nel campo dei quadri di bordo per auto, moto e mezzi agricoli.

Nel 2009, forte della lunga esperienza acquisita dalla sede di Concordia nelle competizioni motoristiche, è nata MTA Corse, realtà in grado di sviluppare e produrre sistemi completi di acquisizione, visualizzazione e scarico dati, acquisitori, video logger, cruscotti (utilizzabili sia stand alone che integrati nel volante), moduli di espansione per l’acquisizione di parametri quali temperature, accelerazioni, velocità e regime, moduli di interfaccia con la rete CAN della vettura, moduli GPS, tramite i quali è possibile la ricostruzione del percorso effettuato dai mezzi in pista e il pacchetto 'DataView', specificatamente realizzato per lo scarico e l’analisi dei dati acquisiti.

I settori di riferimento per MTA sono attualmente auto, moto, veicoli commerciali, mezzi agricoli e movimento terra. I principali clienti OE (Original Equipment) nei sono Aprilia, Betamotor, BMW, Ducati, Harley Davidson, MBK, Moto Guzzi, MV Agusta, Piaggio, Yamaha per le due ruote; Alfa Romeo, Cadillac, Ferrari, Fisker, Fiat, General Motors, Gruppo PSA, Gruppo Renault, Lamborghini, Lancia, McLaren, Maserati, Saab, Smart, Tata, Mahindra, Volkswagen per le quattro ruote; International Truck, Iveco, Volvo Trucks per i veicoli commerciali; Case New Holland, Gehl, John Deere, Landini, Massey Fergusson, Mustang, Same Deutz Fahr, Valtra per i mezzi agricoli e movimento terra.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Attualità e Mercato


Top