Novità

pubblicato il 6 luglio 2010

Husaberg gamma 2011

Migliorano le 4T e... arrivano le 2T!

Husaberg gamma 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 1
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 2
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 3
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 4
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 5
  • Husaberg gamma 2011 - anteprima 6

Con il motto "evoluzione e rivoluzione" Husaberg presenta la nuova gamma 2011. L'attuale offerta è stata tecnicamente ed esteticamente ridefinita e per la prima volta in 22 anni di storia del marchio, entrano in listino modelli con motore a 2 tempi (di produzione Ktm, proprietaria di Husaberg).

Le motorizzazioni a 4 tempi continueranno ad essere il focus del Costruttore e per il 2011 uno degli obiettivi è stato l'ulteriore miglioramento della qualità dei componenti. Sui modelli enduro FE arriva la forcella a cartuccia sigillata, dopo la loro introduzione sulla 'cross-country' serie FX lo scorso anno. In aggiunta troviamo un telaio rinforzato nella zona del cannotto di sterzo e piastre ricavate dal pieno, standard già dal 2009, per un feeling migliore con l'avantreno.

Le tarature della sospensione posteriore PDS (senza leveraggi) sono state adattate alla rinnovata forcella, entrambe in ottica di assetti più sportivi che offrono maggiore stabilità alle alte velocità e al tempo stesso una migliorata capacità di assorbimento. L'aggiornamento del telaio e delle sospensioni è comune anche ai modelli 'cross country' FX450 alla supermotard FS570. Sulla FS570 c'è anche un disco anteriore a margherita della Braking.

La novità più grande è però l'introduzione di due modelli con motore a 2 tempi. Si tratta delle TE250 e TE300, spinte dai propulsori Ktm della gamma EXC di pari cilindrata (rispettivamente 249 cc e 293,2 cc). Motivo di questa storica decisione è il desiderio del Costruttore di poter soddisfare i desideri anche degli enduristi amanti delle brillanti motorizzazioni 2T.

La dotazione di serie prevede la valvola allo scarico e l'accensione programmabile tramite il pratico 'switch' al manubrio per selezionare il tipo di erogazione più adatto allo stile di guida del pilota e alle condizioni del terreno. E' presente anche la frizione con comando idraulico della Brembo e l'avviamento elettrico. Il cambio è a sei rapporti e l'alimentazione a carburatore. Non manca la forcella WP a cartuccia sigillata mentre il monoammortizzatore è pluriregolabile, per alte e basse velocità in compressione.

Componentistica e livello delle finiture sono elevati: le piastre sono ricavate dal pieno e anodizzate in colore nero, i cerchi sono della DID con mozzi anch'essi dal pieno, il manubrio è in alluminio e l'impianto frenante Brembo. Da notare la staffa di fissaggio in plastica per il silenziatore in alluminio, proprio come avviene sulle KTM 2011. Aumenta infine l'autonomia grazie al serbatoio da 11 litri.

Per trasmettere anche visivamente questo sforzo nell'ampliamento della gamma e nel miglioramento delle doti di guidabilità la gamma Husaberg 2011 è stata anche esteticamente modificata.

Già da metà luglio 2010 la gamma Husaberg 2011 sarà disponibile presso i concessionari autorizzati. Prezzi ancora da definire.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top