Novità

pubblicato il 9 gennaio 2006

MV Agusta F4 1000 Platino

Da Motocorse una vera opera d'arte su due ruote

MV Agusta F4 1000 Platino
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 1
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 2
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 3
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 4
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 5
  • MV Agusta F4 1000 Platino - anteprima 6

Associare la qualifica di "opera d'arte" ad una motocicletta può apparire esagerato e fuori luogo...a meno che non si stia parlando della MV Agusta F4. Se poi si ha a che fare con una versione speciale di quella che universalmente è considerata come la moto più bella del mondo, allora ci sono tutte le carte in regola per abbondare di...superlativi.

Questa volta però, non andiamo a parlare di una preparazione ufficiale della Casa ma di una eccezionale rivisitazione targata Motocorse, l'atelier nipponico che ha sede anche nella Repubblica di San Marino.

Una proposta coi fiocchi ma allo stesso tempo di gran classe, perchè le forme del vestito sono rimaste pressochè invariate mentre per quanto concerne l'aspetto meccanico, tutti quei dettagli scelti da MV Agusta per "contenere" il listino sono stati sostituiti con elementi di gran pregio.

Ma andiamo con ordine e partiamo dai dettagli estetici che per la nuova F4 "Platino" prevedono una vera e propria pioggia di fibra di carbonio e di titanio ma anche un gruppo ottico anteriore rivisto nell'architettura, un cupolino dalla diversa bombatura, nuove pedane alleggerite ed un portatarga dallo stile più raffinato. Non è tutto, ovviamente, anche perchè a differenza delle quattro ruote, la meccanica è parte fondamentale nella definizione dello stile.

Ecco quindi che le nuove pinze freno anteriori Brembo radiali prendono il posto delle vecchie Nissin (esattamente come la F4 Senna) così come in tema di pompa freno e pompa frizione sono stati scelti dei prodotti made in Brembo anch'essi ad architettura radiale.
Seduti sulla nuova sella ricoperta di morbida alcantara, si può dare gas ad una edizione rivista e corretta del quattro cilindri MV Agusta: grazie ad un "generoso" kit di potenziamento che prevede l'aumento della cilindrata sino a quota 1.078 cc., infatti, la potenza disponibile è cresciuta ben oltre i 190 CV mentre la coppia massima si attesta a quota 13.2 Kgm.

Oltre alla nuova cubatura (alesaggio 79mm x corsa 55 mm), il reparto meccanico beneficia di una nuova taratura elettronica e di una nuova frizione Brembo, in grado di resistere con maggior efficacia alle rinnovate performance.

Le misure vitali rimangono invariate (1.408 mm il passo, 2.007 la lunghezza e 685 mm la larghezza) ma i 175 kg  di peso ottenuti ed il nuovo ammortizzatore Ohlins dovrebbero assicurare migliori performance sia sul veloce che sullo stretto.

Un vero e proprio sogno anche se il prezzo di listino fa drammaticamente ricadere coi piedi a terra: 45.000 euro per la "Platino" by Motocorse basata sulla F4 1000 S, 57.900 per la versione basata sulla già esclusiva "Tamburini".

Autore: Emiliano Perucca

Tag: Novità , strada , 1000 , quadricilindriche , curiosità


Top