Curiosità

pubblicato il 2 luglio 2010

Ducati Vyper 2011

Il Mega Monster Roadster sarà svelato il prossimo autunno

Ducati Vyper 2011

Prepariamoci a vedere nuove Ducati entro la fine dell'anno. No, non parliamo dell'erede della 1198 - attesa per la fine del 2011 - e nemmeno di qualcosa già visto seppur declinato in una nuova cilindrata, come nel caso dell'attesissima Multistrada 848.

Parliamo piuttosto di nuove moto, espressione di concetti motociclistici sino ad oggi mai affrontati a Borgo Panigale, interpretati con il desiderio ed il sogno di ampliare gli orizzonti di una azienda che negli ultimi 20 anni è cresciuta a pane e corse: non stupitevi, insomma, se nel corso dell'autunno incrocerete lo sguardo sulla moto che vedete rappresentata nella foto di copertina (fonte MCN) di questo articolo, perchè della Ducati Mega Monster Roadster girano già i primi prototipi a Nardò e tra i tornanti che dividono Bologna da Firenze.

Una moto diversa, bassa e lunga, con forti richiami alla Monster ed alla produzione più sportiva firmata Ducati, pensata per mordere il segmento delle "roadster" puntando non solo sul look ma anche sulla meccanica e sull'elettronica. Telaio a traliccio imbullonato piastre inferiori in alluminio, sospensione posteriore monobraccio ed impianto frenante "racing" dovrebbero essere l'ABC della ciclistica del nuovo veicolo, che dovrebbe utilizzare la versione più stradale dei Testastretta: quello caratterizzato dall'incrocio delle valvole ad 11°, già utilizzato su Multistrada 1200.

Dalla nuova maxi-passista dovrebbe derivare anche l'elettronica di gestione del controllo della trazione, delle sospensioni e dell'acceleratore elettronico RbW, elemento fondamentale nella definizione dei livelli di potenza e delle tipologie di erogazione della Multi: una moto estremamente tecnologica, molto potente, fortemente caratterizzata nel look dai giganteschi scarichi che fuoriescono dal lato destro e da una ruota posteriore che dovrebbe andare ben oltre i 200 mm.

Presto per parlare di prezzi e, soprattutto, di come va. Di certo è lodevole da parte di Ducati il fatto di riuscire a guardare oltre, puntando su nicchie di mercato che, se ben esplorate, possono dare vita ad interessanti successi commerciali.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top