Sport

pubblicato il 28 giugno 2010

WSTK 2010, Misano: 5 su 5 per Badovini e la BMW

Ayrton si conferma incontenibile

WSTK 2010, Misano: 5 su 5 per Badovini e la BMW

Quinta vittoria consecutiva per Ayrton Badovini nella Superstock 1000 FIM Cup. Il pilota del BMW Motorrad Italia Superstock team è partito in testa ed ha guidato per undici giri, prima che la bandiera rossa esposta dalla Direzione di Gara non fermasse la corsa.

Il pilota di Biella è stato in testa fin dallo start per tutti i 12 giri percorsi. La gara è stata sospesa infatti al tredicesimo passaggio a causa della caduta di Nico Vivarelli con KTM 1190 RC8R GoEleven, rimasta pericolosamente sull'asfalto. Solo 11 quindi i giri validi per la classifica finale, dato che per regolamento, in caso di sospensione della gara, va considerato l'ultimo giro compiuto da tutti i piloti.

Il ritmo imposto da Badovini ha rapidamente portato il suo vantaggio sul primo degli inseguitori a due secondi, dopodiché Ayrton ha gestito questo margine sino al sospensione della gara controllando gli avversari con lucidità. Dopo questa affermazione il pilota di Biella conserva ovviamente la leadership della Coppa FIM STK con 125 punti, ben 59 in più sul secondo classificato a Misano, Maxime Berger (Honda), che lo insegue quindi anche in classifica.

"Sono doppiamente contento per aver vinto in Italia, dove tutto ha un sapore particolare - ha detto Ayrton -. Mi spiace per la bandiera rossa perché volevo finire sul traguardo con un saluto speciale ma questo non toglie sapore alla vittoria. Questo per noi è il giro di boa e qui inizia la seconda parte della Coppa, pur avendo un grande margine in classifica non saremo meno agguerriti per la vittoria."

Daniele Beretta, il suo compagno di squadra, partendo dalla quarta fila ha recuperato posizioni dopo un errore, concludendo all'undicesimo posto che vale cinque punti per la sua classifica.

Ayrton è stato nuovamente fantastico - ha dichiarato Serafino Foti, team manager de BMW Motorrad Italia Superstock - gestendo la gara in maniera magistrale. Eravamo d'accordo che avrebbe spinto per i primi giri per acquisire un po' di vantaggio e così è stato. Dai box l'abbiamo guidato informandolo costantemente del suo margine pronti a comunicargli una eventuale necessità di forzare, disponendo ancora di un piccolo margine. Daniele, invece, ha fatto un errore che gli è costato la gara, arrivando lungo al tramonto. Questo gli ha causato la perdita di contatto con il gruppetto in lotta per la sesta posizione e, quindi, ha concluso undicesimo."

Andrea Buzzoni, Direttore di BMW Motorrad Italia, ha dichiarato: "Sono soddisfatto ed entusiasta della gara di Ayrton. Grazie ad una straordinaria gestione di gare e campionato da parte del team siamo arrivati a metà stagione consolidando una performance impensabile quando è partito il nostro nuovo progetto sportivo. Questo risultato avvalora la nostra scelta di entrare in questo campionato per posizionare la moto nell'area sportiva e legittimarla verso gli appassionati. La S1000RR è oggi la supersportiva più venduta in Italia, Germania e Gran Bretagna."

WSTK 2010, Misano, Gara - 27/06/2010
1 Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR
2 Maxime Berger – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 1000RR +2.576
3 Michele Magnoni – Team Shiner – Honda CBR 1000RR +2.807
4 Andrea Antonelli – Team Lorini – Honda CBR 1000RR +3.872
5 Marco Bussolotti – All Service System – Honda CBR 1000RR +15.071
6 Loris Baz – MRS Racing – Yamaha YZF R1 +16.266
7 Eddi La Marra – Team Lorini – Honda CBR 1000RR +16.449
8 Davide Giugliano – Team06 – Suzuki GSX-R 1000 +16.721
9 Sylvain Barrier – Garnier Junior Racing – BMW S1000RR +17.043
10 Danilo Petrucci – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R +19.830
11 Daniele Beretta – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR +22.081
12 Domenico Colucci – SS Lazio Motorsport – Ducati 1098R +23.659
13 Renè Mahr – MTM Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 +28.801
14 Dominic Lammert – Lammert Motorsport – BMW S1000RR +28.960
15 Riccardo Della Ceca – Team Rosso e Nero – Yamaha YZF R1 +29.153
16 Pere Tutusaus – GoEleven – KTM RC8R +30.983
17 Ondrej Jezek – MS Racing – Aprilia RSV4 Factory +33.490
18 Denis Sacchetti – GoEleven – KTM RC8R +34.044
19 Chris Leeson – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R +39.035
20 Michal Salac – MS Racing – Aprilia RSV4 Factory +43.560
21 Marcin Walkowiak – Bogdanka Racing – Honda CBR 1000RR +43.979
22 Tomas Svitok – SMS Racing – Honda CBR 1000RR +48.277
23 Danilo Andric – Kuja Racing – Honda CBR 1000RR +52.716
24 Kim Arne Sletten – MTM Racing Team – Yamaha YZF R1 +58.667
25 Philippe Thriet – SMS Racing – Honda CBR 1000RR +58.746
26 Mateusz Stoklosa – Lammert Motorsport – BMW S1000RR – a 1 giro

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top