Curiosità

pubblicato il 8 giugno 2010

MotoGP... No Valentino? No audience!

Senza Rossi in pista -2mln di telespettatori

MotoGP... No Valentino? No audience!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Honda - anteprima 6

L'audience del Gp d'Italia al Mugello ha risentito dell'assenza di Valentino Rossi? Se lo sono chiesto in molti visto che il "dottore" ha fan di ogni età ed estrazione sociale. Il Motomondiale da qui in avanti e per qualche gara, dovrà fare i conti con l'assenza del campione di Tavullia, che dovrà affrontare una lunga convalescenza per ristabilirsi dalla brutta frattura rimediata durante le prove al Mugello. Il calo di interesse del pubblico, però, è in agguato.

Non è un mistero per nessuno che i riflettori si siano accesi sulla MotoGP soprattutto per la capacità di emozionare e di comunicare di Valentino. E il Circus delle due ruote teme che si possa riprodurre l'effetto che si è abbattuto sullo sci quando Alberto Tomba aveva deciso il suo ritiro. Scomparso dalle dirette televisive "Tomba la bomba" lo sci finì nel dimenticatoio e il grande pubblico volse lo sguardo altrove.

La diretta della gara vinta da Daniel Pedrosa e trasmessa su Italia 1 è stata vista 4.803.000 spettatori, pari al 31,73% di share. Si è registrato un calo significativo dei telespettatori rispetto alla stessa gara dello scorso anno che era stata guardata da 6.700.000 di persone, con una share del 39,32%.

La sottrazione è presto fatta: quasi 2 milioni di spettatori in meno, uno su tre ha preferito fare altro piuttosto che stare davanti al televisore per seguire il Gp d'Italia. Certo, la corsa in sé è stata piuttosto noiosa se escludiamo la lotta di Melandri e De Puniet con Stoner per la "medaglia di legno", troppo poco per scaldare gli appassionati e un bel "peso" per team e sponsor che per l'assenza di Valentino vedono ridursi parecchio la visibilità.

Quanto costerà quindi l'assenza di Vale? Tanto, ma quanto lo scopriremo soprattutto nei prossimi GP, quando la spinta emotiva del terribile incidente si sarà affievolita e il pubblico meno appassionato invece di stare davanti alla TV se ne andrà al mare. Certamente la gradita telefonata in diretta del "Dottore" prima del via della corsa ha mantenuto in parte alta l'attenzione su chi potrebbe essere il suo provvisorio erede in questo mondiale dimezzato dall'assenza del più forte.

Ma non è bastata: la Dorna dovrà trovare delle soluzioni per arginare la prevedibile caduta di interesse nell'estate, in attesa che Vale torni in sella alla sua Yamaha M1 numero 46.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Mugello - Team Ducati - anteprima 6

Autore: Franco Nugnes

Tag: Curiosità


Top