Sport

pubblicato il 3 giugno 2010

MotoGP 2010, Mugello: sarà la decima per Rossi?

Il tavulliano riproverà quest'anno a fare conto tondo. Ci riuscirà?

MotoGP 2010, Mugello: sarà la decima per Rossi?
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Le Mans, Fiat Yamaha Team - anteprima 6

Quest'anno del tormentone che ha accompagnato l'arrivo del GP del Mugello 2009 non c'è traccia: forse nessuno si aspetta che la decima vittoria sulla pista del Mugello per Valentino Rossi possa essere targata 2010, o forse, scaramanticamente, si attende la fine del GP per parlare di nuova pagina ad una storia d'amore nata, con molti alti e pochi bassi, nel lontano 1997.

7 VITTORIE CONSECUTIVE E POI...
Un legame, quello tra il tavulliano e la pista toscana, che negli anni di presenza in MotoGP ha portato nell'albo d'oro di The Doctor la bellezza di 7 vittorie consecutive ma che nel 2009 è stata bruscamente interrotta da un GP "nato male" per via della pioggia e finito peggio con la vittoria di Stoner ed il secondo posto di Lorenzo. Certo, il podio fu comunque importante nel proseguio della stagione, anche se l'aver perso il GP sulla pista che più di ogni altra sente di casa fu un immenso dispiacere per lui ed i suoi tifosi.

I CONTI ANCHE CON LA SPALLA
Un piacere, quello della vittoria al Mugello, che potrebbe tornare a provare quest'anno, sempre che Lorenzo, Stoner, il duo della Honda e la sua spalla infortunata siano d'accordo. La spalla, mica niente, è infatti ancora un punto debole e questo potrebbe procurargli alcune "rogne" nella definizione degli assetti e nella gestione della corsa.

Come se non bastasse, Lorenzo si presenta al Mugello in una delle fasi più belle della sua carriera: il secondo posto del Qatar e le vittorie di Jerez e Le Mans lo portano al Mugello con 70 punti in saccoccia (solo Rossi nel 2005 ha fatto tanto in MotoGP) oltre che il morale alle stelle.

STONER: NUOVO INIZIO?
Condizione inversa ma motivazione comunque al top per Stoner. Tra una azione eroica ed una brutta figura, come dichiarato da Preziosi, il confine è molto labile ed è probabile che Stoner non si trovi poi così bene con la Desmosedici GP10, "la semplificata": a Le Mans è caduto in percorrenza, in Qatar in ingresso di curva mentre ad Jerez, durante le prove, è stato di nuovo l'avantreno a salutarlo. Di fatto, sia in medio oriente che in Spagna prima di sdraiarsi aveva stampato tempi record. Qualcosa non va, ma questo non significa che tutto possa tornare alla normalità proprio sulla pista del Mugello.

OCCHIO ALLE HONDA
Tra i piloti che possono andare bene non possiamo certamente evitare di segnalare Dovizioso e Pedrosa. Il duo Honda ha a disposizione una moto molto potente e decisamente più in forma su piste guidate rispetto a quanto si credesse nel corso dei test invernali. Finchè non le si vedrà in pista, però, sarà difficile poter dire se e con quale pilota potranno essere competitive per la vittoria.

ATTESO ANCHE CAPIROSSI
Potrebbe andare molto forte, soprattutto in prova, anche Capirossi così come potrebbero essere protagonisti di una buona prova Melandri, Simoncelli e De Puniet.

GLI ORARI
L'appuntamento con la MotoGP al Mugello è così fissato: venerdì 4 giugno dalle 13:55 alle 14:55 (FP1); sabato 5 giugno con la FP2 dalle 9:55 alle 10:55 e con le qualifiche dalle 13:55 alle 14:55; domenica 6 giugno con il warm-up dalle 09:40 alle 10 ed il GP dalle ore 14:00

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top