Sport

pubblicato il 19 maggio 2010

Aprilia in MotoGP? Colaninno frena, anche se...

Il Presidente del Gruppo Piaggio è "possibilista"

Aprilia in MotoGP? Colaninno frena, anche se...
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 1
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 2
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 3
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 4
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 5
  • WSBK 2010, Kyalami, Team Aprilia Alitalia - anteprima 6

Aprilia in MotoGP? "Vediamo. L'obiettivo - ha diciarato Roberto Colaninno, Presidente del Gruppo Piaggio - è vincere in Superbike, poi vedremo. Per ora pensiamo che la Superbike sia un successo maggiore della MotoGP."

Una dichiarazione che dimostra orgoglio e compiacimento nei confronti dell'eccezionale avventura di Aprilia nella massima categoria per derivate di serie, che lascia aperte molte porte in termini di ritorno del brand noalese nell'altra delle massime categorie, quella riservata ai prototipi.

Prototipi che, dal 2012, cambieranno nuovamente volto seguendo nuovi parametri regolamentari che prevedono, tra le varie, anche l'utilizzo di motori da un litro di derivazione stradale. Un'occasione ghiottissima per la Casa di Noale, che un V4 "idealmente in linea" per il nuovo regolamento Moto1 lo usa domenica dopo domenica nella WSBK anche per portare avanti lo sviluppo di quello "ideale per davvero". Un V4 GP, infatti, starebbe girando da mesi al banco con alesaggio 81 mm (78 mm l'attuale) e cascata di ingranaggi (ecco perchè ci tengono tanto ad usarla in SBK) però disposta su un solo lato...a differenza di quella attuale che lavora su due lati per ragioni legate ad economie di scala (le teste della bancata anteriore e posteriore del motore RSV4 di serie sono identiche). Un elemento, quest'ultimo, bypassabile come tanto altro ancora sul motore GP.

Un motore che rappresenta un eccezionale punto di partenza per un prototipo Aprilia ma anche per tutti quei team che potrebbero bussare alla porta del reparto corse di Noale per moto complete, telai o, guarda un po', motori da installare su ciclistiche prototipali sviluppate privatamente. Se sia questa l'evoluzione del Reparto Corse Aprilia annunciata da Leo Francesco Mercanti nel corso della conferenza stampa di lancio del Team Aprilia Alitalia 2010 è presto per dirlo: di certo potrebbe essere una delle ipotesi al vaglio, anche perchè la volontà sembra essere quella di riportare il Reparto Corse di Noale ad una totale indipendenza economica.

Di certo qualcosa di grosso bolle in pentola ed il desiderio di tornare ad alto livello nel Motomondiale è forte come era forte la spinta, placata a progetto finito e contratti firmati, di essere protagonisti in Moto2.

"Abbiamo progettato una moto - sottolinea Roberto Colaninno - che sta raccogliendo successi inaspettati. Siamo al 2° anno in superbike e siamo secondi nella classifica piloti e marche. Vedo nascere una passione d'altri tempi. L'Aprilia sta dimostrando di aver mantenuto i propri obiettivi."

Obiettivi che nel 2007, durante la conferenza stampa di lancio di Shiver a Noale, avevano parlato chiaramente di MotoGP entro tre anni. Mettici la crisi, mettici i ritardi dovuti alle decisioni sulla rivoluzione regolamentare, il 2012 potrebbe effettivamente essere l'anno giusto per un clamoroso ritorno. La speranza, ovviamente, è quella che il Presidente faccia il possibile per mantenere anche questa promessa e, conoscendolo, lo farà.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top