Curiosità

pubblicato il 12 maggio 2010

Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica

Parte da Monza la collaborazione con la FFC

Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica - anteprima 1
  • Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica - anteprima 2
  • Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica - anteprima 3
  • Arai e Ber Racing per la ricerca sulla fibrosi cistica - anteprima 4

Alla tappa di Monza del Mondiale Superbike Arai e BER hanno inaugurato la collaborazione con la FFC, Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. Nel contesto della terza tappa del Triumph ParkinGO European Series andata in scena questo weekend durante l’appuntamento del Mondiale Superbike, è stata presente una folta delegazione della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC), a Monza per tifare il proprio Vicepresidente Matteo Marzotto, impegnato come pilota nel trofeo Triumph.

Il "gemellaggio" tra la FFC e il mondo moto, supportato attivamente da Arai, consente ad un gruppo di amici della Fondazione FC di vivere l’emozione della gara all’interno del paddock visitando i box di diversi Team, seguendo la preparazione delle moto e incontrando alcuni piloti impegnati nel Mondiale, per poi assistere alle gare in prima fila tifando per i campioni appena incontrati.

Arai sostiene la FFC in questa attività in pista garantendo la disponibilità di piloti come Jakub Smrz (Mondiale Superbike) e Davide Giugliano (Mondiale Stock 1000), che hanno scelto di mettere la propria immagine a disposizione delle attività di comunicazione legate alla Fondazione e che si sono piacevolmente intrattenuti con la delegazione FFC firmando autografi, scattando fotografie e commentando warm up e gare.

Arai ha poi ospitato gli amici della Fondazione presso il proprio Racing Service, dove il tecnico della casa giapponese ha spiegato la propria attività e mostrato i caschi di alcuni campioni, pronti per essere ritirati dai piloti per essere utilizzati in gara.

La domenica di Monza si è conclusa con un bel terzo posto di Matteo Marzotto, festeggiato nel paddock dagli amici della Fondazione. Matteo, che a causa la fibrosi cistica ha perduto l’amatissima sorella Annalisa, non perde occasione per far conoscere anche al pubblico sportivo quella che è la malattia genetica grave più diffusa in Occidente, per la quale oggi non c’è guarigione e che quindi accorcia l’aspettativa media di vita a 40 anni ddi età. La sua coppa Matteo l’ha dedicata alla ricerca, ai ricercatori che hanno il compito di realizzare il grande sogno di migliaia di giovani: guarire dalla fibrosi cistica.

E’ dal 2008 che nelle gare di moto (CIV, Triumph ParkinGO European Series) Matteo Marzotto scende in pista con casco Arai, e a partire dalla stagione 2010, Arai e BER Racing Italy hanno deciso di promuovere la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica come loro Charity Partner inaugurando una collaborazione che è destinata a svilupparsi progressivamente nei prossimi mesi.

Per informazioni sulla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica è possibile visitare il sito FibrosiCisticaRicerca.it .

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top