Curiosità

pubblicato il 12 maggio 2010

Un successo il concorso "Vinci il CIV con Assobike"

I due vincitori hanno messo a punto una R1 molto speciale

Un successo il concorso "Vinci il CIV con Assobike"
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Un successo il concorso \
  • Un successo il concorso \
  • Un successo il concorso \
  • Un successo il concorso \

In occasione della tappa di Monza del CIV, Campionato Italiano Velocità, è andato in scena il risultato della prima iniziativa firmata Assobike-FMI. Il programmatore Emanuele Cacciatori e lo studente Alberto Chiappini hanno iniziato il giovedì a lavorare sulla R1 messa a disposizione dalla Yamaha e da quel momento non si sono più fermati.

Vincitori del 1° Concorso "Vinci il CIV con Assobike" i due lettori della community Daidegasforum.com (che conta più di 63.000 utenti e che è stata partner dell’iniziativa) hanno colto al volo l’occasione per sentirsi dei veri tecnici del Campionato Italiano Velocità.

L’obiettivo era la personalizzazione della sportiva di Iwata con il materiale messo a disposizione da Yamaha Motor Italia ma soprattutto dalle aziende italiane legate alla Assobike, produttrici e distributrici di componentistica aftermarket.

Un’esperienza da veri tecnici per i due "preparatori per un week-end", supportati in tutto e per tutto dallo staff Bitubo, Matris, dai ragazzi del Team Trasimeno e in particolare dal manager Moreno Bacchini e dai tanti addetti ai lavori (piloti, manager e tecnici delle squadre iscritte al CIV) pronti a dare qualche consiglio utile ai due ragazzi al lavoro sotto la tenda della struttura Assobike, per l’occasione allestita nel paddock di Monza dalla Federazione Motociclistica Italiana.

Il lavoro sulla "special" Assobike è terminato il sabato mattina ma è stato domenica il giorno della verità, quando Emanuele e Alberto si sono tolti la soddisfazione più grande: la loro R1 preparata, infatti, è stata provata in pista da Franco Zenatello, giornalista-tester della rivista Masterbike che ha realizzato un servizio dedicato alla R1 Assobike. I due video dell’iniziativa di Monza sono disponibili cliccando sul sito del CIV (video 1 e video 2)

La carena della Yamaha R1 è stata personalizzata da Letizia Gavioli - ideatrice del progetto "Una vite per l’Arte" - che comporrà un’opera pittorica dedicata agli elementi meccanici, prossimamente all’asta su e-Bay. Il ricavato dell’iniziativa andrà all’Associazione Habitatautismo di Roma, che si occupa di bambini diversamente abili.

LE DICHIARAZIONI
Alberto Chiappini: "E’ stata un’esperienza molto bella perché non capita tutti i giorni di ritrovarsi in pista durante una gara del CIV e avere a che fare con molte delle aziende impegnate costantemente nelle corse. Un week-end da ricordare."

Emanuele Cacciatori: "Se non fosse stato per il CIV e per Assobike non avrei mai potuto vivere un’esperienza del genere, ovvero sentirmi un tecnico nel paddock del Civ e lavorare per allestire una moto da corsa. E’ stata un’esperienza indescrivibile."

Alfredo Mastropasqua, Coordinatore Settore Velocità FMI: "Il paddock del CIV vuole essere sempre più aperto agli appassionati. Quest’iniziativa, unita all’ingresso libero anche il sabato, si inserisce in una serie di progetti che in poco più di un anno hanno portato nel nostro ambiente comici, musica, arte, radio e altri sport, come il calcio balilla. Inoltre siamo molto contenti di aver offerto alle aziende aftermarket nostre partner un’occasione di visibilità originale e per questo più diretta ed efficace."

Fabrizio Marcucci, Presidente Assobike: "Siamo davvero orgogliosi di aver iniziato questa partnership con la FMI ed in particolare con il CIV. Abbiamo scelto il forum più famoso d’Italia come partner dell’iniziativa, una community dove intervengono abitualmente diversi campioni, team manager, preparatori ed addetti ai lavori. Ringraziamo l’intero staff di Alfredo Mastropasqua che ha creduto da subito in questa iniziativa molto particolare. La felicità dei partecipanti ha ripagato ampiamente gli sforzi fatti da tutti noi. Siamo riusciti inoltre ad avvicinare degli appassionati al mondo del Campionato Italiano e ad umanizzare notevolmente, se ce ne fosse stato bisogno, l’espressione massima delle corse su pista in Italia. Ringrazio personalmente il Team Trasimeno per la disponibilità e la cortesia."

Paolo Casini, titolare Matris: "E’ venuta fuori una bella collaborazione tra Matris, CIV e Assobike. Abbiamo contribuito all’allestimento della moto con i nostri prodotti perché vogliamo valorizzare al meglio il made in Italy e il nostro impegno nel settore sportivo nazionale. Come azienda partner del CIV e di Assobike ci stiamo riuscendo… siamo davvero soddisfatti."

Gianni Mardollo, General Manager Bitubo: "Ho notato con piacere che l'iniziativa ha destato interesse nel paddock del tricolore e tra gli operatori del settore. Spero che questa sia la prima di una serie di collaborazioni utili per portare all'attenzione del pubblico la collaborazione tra Bitubo e il Campionato Italiano Velocità e la bontà dei prodotti delle aziende partner di Assobike."

Franco Zenatello, tester Masterbike: "Il lavoro svolto dai ragazzi nei due giorni a disposizione è stato incredibile. La moto ha funzonato bene, dalle sospensioni ai dischi freno, passando per gli scarichi e il motore che girava bene anche grazie ad una centralina settata correttamente. Anche la ciclistica mi ha sorpreso… nell’insieme un ottimo allestimento."

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top