Sport

pubblicato il 3 maggio 2010

MotoGP 2010, Jerez: Honda, stavolta Pedrosa

Tocca a Dovizioso il bollino di desaparecido in Spagna

MotoGP 2010, Jerez: Honda, stavolta Pedrosa
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Jerez, Team Honda HRC - anteprima 6

Sono due i fatti rilevanti in Casa Honda, di cui uno positivo e l'altro un po' meno. Il primo, quello positivo, riguarda senza dubbio la RC212V 2010: non è, e con gli aggiormenti di motore in prova oggi e domani a Jerez non sarà, quel "bidone" di cui i piloti ufficiali e privati si sono lamentati nel corso dei test invernali.

Il secondo fatto, quello meno positivo, riguarda i piloti: dove è andato bene Dovizioso, Qatar, è andato male Pedrosa...e viceversa. Vero, il Qatar è una pista strana e due gare non possono rappresentare un campione di riferimento quando si parla di risultati altalenanti, ma la sensazione che abbiamo avuto anche nei test invernali è quella che la Honda non abbia un setup di base "pronto a tutto" e che sia molto semplice da mandare "fuori bolla" nei delicati equilibri che la compongono.

Passando ai piloti, è veramente impossibile non dare un 9.5 ad un Pedrosa così veloce e determinato: la sportellata a Lorenzo è stata degna dei duelli Rossi - Gibernau ma più in generale l'impegno profuso nel corso del weekend, a nostro parere, ripaga Honda e tifosi per il fatto di credere ancora in lui. Si spera riesca a proseguire su questa strada.

Per quanto riguarda Dovizioso, il fatto che questa pista non sia nell'elenco delle preferite è solo una banale scusante per un pilota che guida una Honda ufficiale. E' bravo, è veloce ed è uno dei pochi in grado di sviluppare concretamente una MotoGP: deve imparare a farsi ascoltare di più dai leader di progetto, ma per fare questo, forse, serve qualche risultato in più.

"Credo che Lorenzo abbia fatto una grandissima gara - ha dichiarato Pedrosa a fine gara - e per questo ha meritato la vittoria. Quanto a me ho spinto al limite giro dopo giro e non mi aspettavo di rimanere davanti così a lungo, per questo la seconda piazza va bene. Ho fatto del mio meglio!Ho provato a tenere dietro Lorenzo e mantenere la mia posizione ma oggi era davvero troppo forte."

"Ovviamente - aggiunge lo spagnolo - stiamo parlando di un grande risultato rispetto al Qatar, che è stato un disastro. Salire sul podio qui è incredibile, anche se è abbastanza deludente essere battuti a mezzo giro dall'arrivo. Dobbiamo continuare a migliorare la moto perché ci sono ancora molti problemi. Ho faticato con la moto per tutta la gara."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top