Eventi

pubblicato il 3 maggio 2010

F4 On Tour 2010: la tappa di Vallelunga

In sella alla F4 con gli appassionati di guida in pista

F4 On Tour 2010: la tappa di Vallelunga
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 1
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 2
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 3
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 4
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 5
  • MV Agusta F4 On Tour 2010 - tappa di Vallelunga - anteprima 6

Mentre domenica 25 aprile, al Brutale On Tour, abbiamo sfruttato una bella giornata di sole, martedì 27 aprile, la data prevista per l'F4 "On Tour" di Vallelunga, il cielo non prometteva niente di buono. Grossi minacciosi nuvoloni lasciavano presagire una giornata all'insegna della pioggia, quindi con moto ferme nei box e un paddock semideserto. Giove Pluvio ha invece graziato il tracciato alle porte di Roma e fin dalle prime ore del mattino i molti appassionati che avevano prenotato la prova si sono ritrovati al desk per l'iscrizione ai turni in pista.

Per tutta la giornata il colpo d'occhio sulle moto parcheggiate nel paddock ha mostrato un forte interesse per l'F4 non solo da parte dei motociclisti più sportivi, quelli che in garage hanno le supersportive più performanti, ma anche da parte di chi una moto come l'F4 magari la può sognare e basta, o perché troppo costosa, o perché, usando la moto tutti i giorni, anche nel traffico, non può "permettersi" la scomodità dei semimanubri.

Il fascino dell'F4, anche in questa nuova versione 2010, potente e molto più leggera della precedente, è comunque indiscutibile. La linea intramontabile disegnata da Massimo Tamburini è stata rispettata apportando modifiche apparentemente di dettaglio ma che hanno snellito e reso più moderne le forme. Tutti, almeno tra le decine di appassionati con cui abbiamo scambiato due chiacchiere, l'hanno definita bellissima. Solo qualcuno, più che altro i possessori del vecchio modello, preferisce lo scarico a canne d'organo al nuovo elemento con terminali squadrati. Per il resto è... pura ammirazione.

I turni in pista sono organizzati con logica ineccepibile. Gli apripista sono quattro e, dopo un briefing di 5 minuti durante il quale spiegano il comportamento da tenere in pista, dividono i motociclisti in gruppi in base all'esperienza. C'è chi ha guidato in circuito pochissime volte e chi conosce Vallelunga come le tasche dei pantaloni. Quindi gli esperti seguono un apripista dal passo veloce, i meno avvezzi ai cordoli sono "portati per mano" lungo le curve del tracciato. Al termine dei turni raccogliamo le impressioni di guida a caldo.

Oreste ha una Suzuki SV1000S e prima ancora ha avuto una Honda VFR, ama i motori a V ma dalla F4 è rimasto molto colpito. Non la definisce solo bellissima, ha trovato anche un motore davvero pieno. Aveva provato anche il vecchio modello e in questa ha ritrovato l'avantreno solidissimo ma con la piacevole sorpresa di una conduzione molto più facile e intuitiva. "Il merito - dice Oreste - è sicuramente del grande lavoro che hanno fatto per alleggerirla."

Stefano ha una Ducati 1098, è la seconda bicilindrica per lui, prima aveva posseduto solo 4 cilindri giapponesi. Non aveva mai provato il vecchio modello. Dice che la nuova F4 ha una ciclistica fantastica, molto precisa, e che il motore è grintosissimo. Non ha trovato difetti se non un leggero apri-chiudi nelle marce basse e sulle curve strette, per il resto non ha dubbi: "Se dovessi comprare una 4 cilindri domattina, prenderei questa!"

Domenico è di poche parole ma di grande entusiasmo: "E' meravigliosa, il motore è fluidissimo e da guidare un vero spettacolo, avevo guidato anche il vecchio modello ma questa mi pare davvero molto meglio." Matteo è lì vicino che ci ascolta e aggiunge: "scende da sola in curva, tu pensi di svoltare e lei lo fa, davvero più facile da guidare rispetto al modello precedente."

Filippo possiede una Suzuki GSX-R 1000 e dell'F4 ama l'avantreno, veramente solido. L'unico appunto lo fa al cambio, che ha trovato a volte impreciso in staccata, per il resto solo parole di elogio.

Stefano ha una Yamaha R6 del 2008 e dell'F4 1000 ha apprezzato moltissimo l'elasticità dell'erogazione: "Dai 4.000 giri in su il motore sale senza incertezze e agli alti regimi spinge tantissimo. Perfetti il controllo di trazione, mai invasivo, e fantastica anche la frenata, perfetta per la pista forse addirittura troppo potente per la strada. Funziona egregiamente anche la forcella."

Infine ascoltiamo Roberto. Ha la vecchia F4 1000 che ha preparato per esclusivo uso in circuito. A suo avviso la più grossa differenza è nella fluidità della gestione del gas, molto più semplice da dosare e senza il pronunciato on-off che aveva il vecchio modello. E poi aggiunge: "Questa tende meno ad impennarsi in uscita dalle curve, si fa più strada e si perde meno tempo."

Nel pomeriggio facciamo un ultimo turno in pista anche noi e ci godiamo la guida precisa e redditizia della nuova F4 sul circuito di Vallelunga. Qui il motore ha la possibilità di esprimersi al massimo ed essendoci sia una parte molto veloce che una più stretta si può valutare la moto in tutti i suoi aspetti. Qui l'F4 ha mostrato tutti i suoi pregi: un allungo devastante permette di divorare i rettilinei e l'avantreno solidissimo dà fiducia quando ti "tuffi" nel curvone in quinta "spalmato" sul serbatoio. Sullo stretto è molto agile e... il sound è davvero inebriante!

Valleunga è stata la settima data dell'F4 On Tour, che il 14 maggio sarà ad Adria, il 18 maggio ad Hockenheim e il 23 maggio ad Alcaniz. Gran finale, senza pista, l'11 luglio a Cascina Costa per il Revival MV Agusta. Per iscrizioni e informazioni basta contattare la segreteria organizzativa ai seguenti recapiti: tel. 011.889308 – fax 011.8173487 oppure via e-mail all'indirizzo f4ontour@mvagusta.it .

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Eventi


Top