Sport

pubblicato il 27 aprile 2010

FIM Cup Superstock 2010, Assen: ancora BMW

Badovini ottiene la tripletta sul test track Honda Ten Kate

FIM Cup Superstock 2010, Assen: ancora BMW
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 1
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 2
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 3
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 4
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 5
  • FIM Cup Superstock, Assen, BMW Motorrad Italia Superstock Team - anteprima 6

Tre vittorie in tre gare parlano, da sole, di un dominio BMW che sta andando oltre ogni più rosea aspettativa nel Mondiale FIM Cup Superstock 1000. Un risulato che ha dell'incredibile, soprattutto perchè la S1000RR è al debutto in questa categoria, frutto della bravura del team gestito da Serafino Foti e della bravura di un pilota come Ayrton Badovini ormai entrato definitivamente nel mirino di BMW Motorsport per la sostituzione di uno dei piloti titolari nel Mondiale SBK.

Una tripletta, quella ottenuta da Badovini, che ha rischiato di non essere tale per via della competitività della Honda di Berger sulla pista di casa (la Ten Kate ha sede nei pressi dell'autodromo olandese) e per un inizio di weekend non certamente da incorniciare, con una caduta e diversi problemi d'assetto poi risolti solamente nella notte tra sabato e domenica.

"Sono contento - ha detto Ayrton - perché nelle prove non ero mai stato il più veloce ed anzi avevo dovuto difendermi. Ieri sera, invece, con i tecnici abbiamo fatto una modifica all'assetto che si è rivelata vincente. Tre vittorie in tre gare sono una bella soddisfazione!."

"Devo fare i complimenti ad Ayrton - ha dichiarato Serafino Foti - perché oggi ha corso alla grande dimostrando una notevole determinazione, gestendo una situazione non facile dopo la scivolata di venerdì. Anche la squadra ha fatto un ottimo lavoro in quanto ieri sera abbiamo modificato la moto con risultati positivi. Questa per noi è una grandissima soddisfazione avendo vinto sulla pista di casa del team Ten Kate."

Ha concluso la corsa, pur senza ottenere performance allineate a quelle del compagno di squadra anche Daniele Beretta. Dopo un avvio di stagione molto sfortunato, l'aver chiuso la corsa potrebbe anche dare nuove motivazioni al pilota brianzolo: la prossima settimana sia lui che Badovini parteciperanno al CIV sulla pista di Monza in preparazione al Mondiale del 9 maggio. La speranza è quella che Beretta trovi la "quadratura" del cerchio.

FIM Cup Superstock 2010 - Gara - 25/04/2010
1. Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR 21'44.147 (162,992 kph) - 2. Berger M.(FRA) Honda CBR1000RR 2.213 - 3. Giugliano D. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 4.323 - 4. Magnoni M. (ITA) Honda CBR1000RR 6.977 - 5. Barrier S. (FRA) BMW S1000 RR 9.812 - 6. Antonelli A. (ITA) Honda CBR1000RR 16.667 - 7. Petrucci D. (ITA) Kawasaki ZX 10R 16.713 - 8. Mähr R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 17.069 - 9. Baroni L. (ITA) Ducati 1098R 17.198 - 10. Tutusaus P. (ESP) KTM 1190 RC8 R 18.927...

FIM Cup Superstock 2010: la classifica dopo Assen
1. Badovini p. 75 - 2. Giugliano p. 45 - 3. Berger p. 40 - 4. Barrier p. 40 - Costruttori: 1. BMW p. 75 - 2. Honda p. 53 - 3. Suzuki p. 45

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top