Sport

pubblicato il 26 aprile 2010

WSBK 2010, Assen: due podi per Toseland

Sfortuna per Crutchlow vittima anche di un problema tecnico

WSBK 2010, Assen: due podi per Toseland
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 1
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 2
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 3
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 4
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 5
  • WSBK 2010, Assen, team Yamaha - anteprima 6

Il team Yamaha Sterilgarda vive l'era "dopo-Ben-Spies" cercando di dare a James Toseland e Cal Crutchlow la migliore R1 possibile.

Dopo l'avvio semi-disastroso di Phillip Island, il podio di Crutchlow a Portimao e quello di Toseland a Valencia, sul circuito di Assen è andato in scena il Toseland dei vecchi tempi.

Il "pianista" ha fatto due manches all'attacco, scattando dalla terza fila e spingendo da subito per recuperare posizioni. Operazione riuscita meglio in gara 1 che in gara 2, dove è salito sul terzo gradino del podio grazie all'autoeliminazione di Camier con l'Aprilia.

Toseland dopo una prima parte di campionato difficile sta rientrando nel suo ruolo di prima guida - del resto è un Campione del Mondo - e il connubio con l'R1 ufficiale pare cominci a funzionare con una certa regolarità.

Fa sorridere il giudizio che, già per la seconda volta, danno i suoi avversari del suo stile di guida. A Valencia è stato Biaggi a dire che ha fatto fatica a superarlo perché "si pianta dentro la curva", ad Assen Camier ha affermato di aver fatto "fatica a superarlo perché fa traiettorie strane"... Che sia un retaggio delle strapotenti MotoGP dove è la guida spigolosa ad essere la più redditizia?

Per Crutchlow invece il week-end olandese è quasi da dimenticare: in gara 1 dopo essere scattato bene è stato tamponato da un rivale che gli ha fatto perdere diverse posizioni. Dopo essere risalito dalle retrovie ha concluso ottavo. In gara 2 è partito bene dalla terza fila ed era nel gruppo di testa quando ha dovuto alzare bandiera bianca per un problema tecnico.

Il team manager Meregalli si è detto soddisfatto sia della moto, progredita nel set-up e nell'elettronica, sia dei piloti, di Toseland in particolare, salito sul podio in entrambe le manches. Il team in settimana andrà a Misano per due giorni di test anche in vista della preparazione al GP di Monza.

"Abbiamo vissuto un altro weekend difficile - ha detto James Toseland -, soprattutto venerdì e sabato, ma siamo riusciti a risolvere molti problemi e il merito va alla squadra che ancora una volta ha lavorato in maniera fantastica. Lottare con i primi in entrambe le gare dopo avere rimontato dalla decima posizione dello schieramento di partenza è una bella soddisfazione. Avere ottenuto un secondo e un terzo posto oggi è un bel risultato che fa bene a me e al team, dopo avere sofferto nelle prime due gare della stagione".

"Ho vissuto un weekend difficile! - Aggiunge Cal Crutchlow - In gara uno sono partito bene, ma alla prima curva mi sono toccato con un rivale e ho perso tempo. Ho preso un buon ritmo e a metà gara giravo come i primi, ma ormai ero troppo lontano per riprenderli. In gara 2 ero deciso a combattere per il podio, ma un problema tecnico mi ha fatto rientrare ai box anzitempo".

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top