Sport

pubblicato il 23 aprile 2010

WSBK 2010, Assen, Q1: Smrz sale in cattedra

Bene anche Rea e Corser. Solo 16esimo Max Biaggi...

WSBK 2010, Assen, Q1: Smrz sale in cattedra

Il freddo che ha accompagnato le prime qualifiche della quarta prova del WSBK sulla pista di Assen non ha certamente aiutato i piloti nel definire l'assetto delle moto in configurazione Superpole e gara. Visto e considerato, però, che la problematica è uguale per tutti, i tempi fatti registrare al termine della prima giornata confermano, per il momento, alcune tesi che avevamo formulato negli scorsi: l'Aprilia c'è e va forte, dato che Camier ha girato con un discreto settimo tempo, ma le altre moto sono molto più semplici da mettere a punto ed evidentemente più efficaci nella messa a punto standard.

MALE MAX
Levata la Honda Ten Kate di Rea (2°), che da anni ha scelto questa pista per lo sviluppo delle CBR, Suzuki, Yamaha e Ducati sono apparse davvero efficaci sin dalle prime prove del mattino, mentre per la numero 3 del Corsaro l'undicesimo posto di questa mattina ha fatto il paio con il sedicesimo nella prima delle qualifiche. Un risultato che domani può essere ribaltato ma che, nel caso in cui venisse confermato, lascerebbe davvero poco spazio alla speranza di rivedere Max sul gradino più alto del podio.

BENE SMRZ
Difficoltà, quelle di Max, che non sembrano esserci per la Ducati privata di Smrz oltre che per la già citata CBR1000RR di Rea: la prima posizione conquistata con un giro spettacolare dal pilota del Team G&B Pata è a tre decimi di distanza dalla prima delle inseguitrici ed a quattro decimi dalla BMW di Corser (3°), che dopo la buona prova di Valencia conferma una crescita senza precedenti da parte della BMW.

HASLAM C'E'
Niente male nemmeno Haslam: il britannico ama questa pista, ha corso due manche spettacolari con la Honda del Team Stiggy lo scorso anno, e quei sei decimi che lo separano da Smrz non danno la sensazione di essere incolmabili. Domani, nella lotta per la Superpole, la sua Suzuki ci sarà. Certo, il leader del mondiale non avrà vita facile: oltre che con Smrz, Rea e Corser, i conti li dovrà fare anche con la Yamaha di Crutchlow (5°) e con la Ducati di Checa (6°), ultimo dei piloti a girare nel "36.

FABRIZIO E HAGA UN PO' INDIETRO
Primo dei "37 è Camier: l'inglese, migliore dei piloti Aprilia, calca per la prima volta il tracciato olandese. Per lui il fatto di essere a ridosso di un gruppone così assortito potrebbe essere una motivazione ulteriore per la Superpole di domani, anche se difficilmente sarà tra i piloti che se la giocheranno. Potrebbe rientrare, visto il potenziale dimostrato dalla Rossa, anche Byrne, come potrebbero essere della partita Fabrizio (9°) e Toseland (10°).

SYKES NEL MUCCHIO
Discreto, visto che la sua Ducati non vale quella di Smrz o di Checa, l'11° tempo di Lanzi così come è interessante notare come la Kawasaki di Sykes sia riuscita a girare più forte della Honda di Neukirchner e della Ducati di Haga (14°): il nipponico non sembra ancora aver trovato il bandolo della matassa, nonostante la Ducati sia presente con delle piccole novità tecniche provate anche al Mugello la scorsa settimana.

BRAVO SCASSA
Discorso simile a quello fatto per Lanzi, anche se la sua 1098R è la meno prestazionale delle Ducati in pista, anche per Scassa (15°): il simpatico pilota di Arezzo si è messo dietro Biaggi, Guintoli e Xaus. Per un "37.5 come il suo, piloti come Baiocco, Vermeulen, Hayden e Parkes oggi ci avrebbero messo la firma.

WSBK 2010, Assen, Q1 - 23/04/2010
1 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'36.041
2 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'36.339
3 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'36.489
4 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'36.618
5 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'36.752
6 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'36.805
7 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1'37.064
8 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'37.081
9 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'37.165
10 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'37.166
11 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'37.344
12 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'37.434
13 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'37.453
14 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'37.462
15 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1'37.506
16 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1'37.580
17 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'37.684
18 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'37.685
19 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'38.795
20 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 1'39.079
21 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'39.186
22 23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR 1'40.485

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top