Sport

pubblicato il 18 aprile 2010

CIV a Vallelunga: spettacolo per tredicimila

Spalti affollati e grande spettacolo

CIV a Vallelunga: spettacolo per tredicimila
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 1
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 2
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 3
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 4
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 5
  • CIV 2010 Vallelunga - anteprima 6

Domenica a Valleunga davanti agli spalti gremiti del circuito "Piero Taruffi" si sono dati battaglia oltre 150 piloti impegnati nelle cinque classi che hanno caratterizzato il primo round stagionale del Campionato Italiano Velocità organizzato direttamente dalla Federazione Motociclistica Italiana.

SUPERBIKE, CHE SPETTACOLO
E’ stata battaglia a quattro bellissima. Alessandro Polita, Stefano Cruciani e Marco Borciani, con il debuttante Federico Sandi, hanno dato vita ad una Superbike da brivido sul tracciato di Vallelunga. Alla fine è stato un trionfo per il Barni Racing Team, che ha piazzato i suoi due piloti, entrambi marchigiani, nelle prime due posizioni. L’episodio che ha deciso la gara è stato il sorpasso di Cruciani (Ducati n. 12) su Polita (Ducati n. 53), alla curva Soratte, nel corso del quattordicesimo giro. "E’ stata dura – dice il campione in carica della Stock 1000 - gli altri andavano forte all’inizio ma io ho pensato solo a gestire le gomme e a fare la differenza nel finale. Voglio ringraziare tutti, sono contento". Al terzo posto, molto vicino ai due, ha chiuso il 20enne ligure Federico Sandi (Gabrielli Racing – Aprilia n. 23), all’esordio assoluto in Superbike.

125 GP, I MAGNIFICI TRE
Due giovani italiani e la rivelazione delle prove si sono giocati la gara della 125 Gp. Mattia Tarozzi, Alessandro Tonucci e il giapponese Toshimitsu Gondo hanno monopolizzato gara e podio, riservando agli spettatori sul palco un finale emozionante. Ci ha provato fino alla fine, il 19enne faentino Tarozzi (Aprilia n. 7) ma Alessandro Tonucci ha preso quei metri di vantaggio utili per la prima vittoria stagionale. "Sapevamo già da ieri di avere un ottimo passo gara - dice il 16enne marchigiano dello Junior Gp Racing Team – sono felice perché dopo averla sfiorata più volte nel 2009, adesso è arrivata la vittoria. Ringrazio la FMI, l’Aprilia, la mia squadra e gli sponsor. Ancora non ci credo." Per Tarozzi la gioia della conquista del primo podio tricolore con il secondo posto mentre a Gondo (Aprilia n. 52, Grillini Bridgestone Team) è andata la terza piazza.

FESTA PER DIONISI NELLA SS
Una gara Supersport dominata dall’inizio alla fine. E poi è stata vera e propria festa davanti al "suo" pubblico, per il laziale Ilario Dionisi (Honda N. 57, Improve Racing Team). Ventiseienne di Montelibretti, Ilario è partito forte prendendo subito il largo e vincendo il primo round stagionale. "Siamo andati forte sin dal venerdì e la squadra ha lavorato benissimo – dice Dionisi – ho controllato Tamburini che comunque non mollava e voglio dedicare la vittoria ai ragazzi del box e alla loro passione". L’unico che ha provato a tenere il ritmo del laziale è stato proprio il riminese Tamburini, che alla fine ha chiuso ad un solo secondo dal vincitore. Alle loro spalle grande bagarre con quattro piloti a giocarsi al fotofinish il terzo gradino del podio: l’ha spuntata Diego Ciavattini (Honda n. 73) con una moto "fatta in casa".

MASSEI DOMINA LA STOCK 600
Ecco la fotocopia della gara Supersport. A fare il "Dionisi", in questo caso, è stato il romano Fabio Massei. Pilota del Team Pielle Moto, in pista con la Yamaha n. 34, il 18enne capitolino ha corso i primi giri tenendo un ritmo impressionante, che gli hanno permesso di guadagnare quasi subito oltre cinque secondi di vantaggio sugli avversari. "Sapevo di avere un passo migliore degli altri – dice Fabio –. L’obiettivo era di partire e andare via per stare tranquillo con le gomme nel finale di gara e per gestire il vantaggio. Ringrazio il mio team che mi ha messo a disposizione una moto perfetta. Spero di ripetermi la prossima volta". Anche nella Stock 600 è stata battaglia vera per gli altri due gradini del podio. Il più lesto è stato il lombardo Zanetti (Yamaha n. 8 – TNT Racing), secondo sotto la bandiera a scacchi davanti a Dino Lombardi (Yamaha n. 13, Martini Corse).

GOI-BUSSOLOTTI, DUELLO IN STOCK 1000
Un solo decimo di secondo ha diviso il vincitore della Stock 1000, Ivan Goi, dal secondo classificato, Marco Bussolotti. I due hanno fatto scintille per tutti i tredici giri di gara, esaltando il pubblico romano. Prima vittoria stagionale per il 30enne mantovano del TRD Racing Cavazzin (Aprilia n. 12). "Siamo andati bene sin dal giovedì, utilizzando entrambe le gomme – dice Goi – alla fine ho scelto la più dura ed è andata ugualmente bene. Ho visto che ero più forte in staccata e a sei giri ho passato Marco, rimanendo in testa fino alla fine". Per il giovane 19enne marchigiano Marco Bussolotti il primo podio stagionale mentre terzo si è classificato il laziale Danilo Dell’Omo (Suzuki n. 9, Team Suriano Racing). A chiudere tra i primi cinque Matteo Baiocco (Kawasaki n. 15, Team Pedercini) e Marco Muzio (Honda n. 77, Team Improve".

VOLETE VEDERE LE GARE IN TV?
Sportitalia 2 (ch 226 Sky, digitale terrestere e live streaming) trasmetterà in settimana la differita delle due gare Stock mentre Nuvolari (ch 218 Sky e digitale terrestre) proporrà martedì e mercoledì dalle 17 e dalle 24 la differita delle altre classi. Moto TV (ch 237 Sky) trasmetterà invece tutte le gare martedì dalle ore 19. Lo stesso giorno Raisport Più (digitale terrestre, ch 227 bouquet SKY, bouquet Tivu Sat e live streaming) proporrà gli highlights delle gare di Vallelunga.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top