Sport

pubblicato il 13 aprile 2010

STK1000 FIM Cup, Valencia: dominio BMW Italia

Badovini stravince anche la seconda tappa del Mondiale

STK1000 FIM Cup, Valencia: dominio BMW Italia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • STK1000 FIM CUP 2010, Valencia, Team BMW Italia - anteprima 1
  • STK1000 FIM CUP 2010, Valencia, Team BMW Italia - anteprima 2
  • STK1000 FIM CUP 2010, Valencia, Team BMW Italia - anteprima 3
  • STK1000 FIM CUP 2010, Valencia, Team BMW Italia - anteprima 4

La presenza del team BMW Motorrad Italia nel mondiale Superstock 1000 FIM Cup sta andando oltre ogni più rosea aspettativa: dopo aver dominato la gara d'apertura sulla pista di Portimao, infatti, Ayrton Badovini ha portato la sua S1000RR alla vittoria anche sulla pista di Valencia, lasciando alla Suzuki di Giugliano ed un'altra BMW S1000RR, quella di Barrier, il compito di spartirsi gli altri due gradini del podio.

Merito del lavoro del team di Serafino Foti, che in questo "mondiale" ha vinto le ultime tre edizioni, merito di una moto che sembra essere nata molto bene e merito di un Ayrton Badovini che sembra avere tutte le carte in regola per un "futuro roseo" tra le mura della Casa dell'Elica bianco blu: se Xaus prosegue il suo cammino di cadute e scarsi risultati è molto probabile che subito dopo una ipotetica conquista matematica del titolo in STK 1000 l'italiano passi nelle fila del WSBK Team...

"Sono più che contento - ha dichiarato Badovini - perchè vincere due volte di fila è una soddisfazione. Farlo poi su questa pista che non mi è mai piaciuta troppo, aumenta il piacere. Ho disputato una gara di testa, gestendo il vantaggio acquisito grazie ad un paio di giri ad un buon ritmo. Siamo solo all'inizio ma poter avere 21 punti di margine ci da maggiore serenità anche per la prossima gara di Assen."

Meno bella la corsa di Daniele Beretta, che è stato costretto al ritiro per guasto tecnico nel corso del primo giro, dopo aver recuperato numerose posizioni.

"Dopo due vittorie consecutive - ha dichiarato Serafino Foti, team manager del BMW Motorrad Italia Superstock team - siamo, ovviamente, contenti. Ayrton si è rivelato veramente un pilota concreto, gestendo bene il week end e la scivolata di ieri non ha minimamente compromesso la sua performance. Mi spiace molto per Daniele che forse era riuscito a raggiungere il feeling che fino ad oggi era mancato."

"La stagione sta proseguendo nel modo migliore possibile - ha dichiarato Andrea Buzzoni, direttore BMW Motorrad Italia - confermando la performance dell'ottimo esordio di Portimao. Un trend significativo in ottica campionato. Sono rimasto colpito dalla maturità con la quale un grande Ayrton ha condotto la gara. Faccio anche i complimenti a tutto il team per la grande capacità di raggiungimento e stabilizzazione della performance."

SuperStock 1000 FIM CUP, Gara - 11/04/2010
1. Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR 21'17.508 (146,719 kph) - 2. Giugliano D. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 3.080 - 3 Barrier S. (FRA) BMW S1000 RR 4.693 - 4. Magnoni M. (ITA) Honda CBR1000RR 5.971 - 5. Baz L. (FRA) Yamaha YZF R1 9.169 - 6. Antonelli A. (ITA) Honda CBR1000RR 9.313 - 7. Tutusaus P. (ESP) KTM 1190 RC8 R 9.705 - 8. Barragan S. (ESP) Honda CBR1000RR 15.553 - 9. Bussolotti M. (ITA) Honda CBR1000RR 16.151 - 10. Baroni L. (ITA) Ducati 1098R 16.410 - Giro più veloce: il 4° di Badovini in 1'36"827 alla media di 148,905 km/h

Classifica piloti dopo Valencia
1. Badovini p. 50 - 2. Giugliano p. 29 - 3. Barrier p. 29

Classifica costruttori dopo Valencia
1. BMW p. 50 - 2. Honda p. 33 - 3. Suzuki p. 29

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top