Novità

pubblicato il 2 settembre 2005

Yamaha MT-03

Il fascino di uno stile esclusivo

Yamaha MT-03
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha MT-03 - anteprima 1
  • Yamaha MT-03 - anteprima 2
  • Yamaha MT-03 - anteprima 3
  • Yamaha MT-03 - anteprima 4
  • Yamaha MT-03 - anteprima 5
  • Yamaha MT-03 - anteprima 6

E due. La/ yamaha /MT-01 non rimarrà sola ma avrà una sorellina, di un terzo della cilindrata e con un cilindro in meno. L’originalità però, è sempre la stessa così come le sembianze che sono decisamente più vicine a quelle di un prototipo da Salone che ad un prodotto di serie.

Ed invece la Casa dei Tre Diapason sembra aver sempre più coscienza dei propri mezzi e quello che inventa per stupire lo trasforma velocemente in realtà. Nel giro di 12 mesi è già accaduto 2 volte – ecco il perché dell’esclamazione iniziale –...solo che rispetto alla elefantesca gestazione della MT-03 questa “01” è stata partorità alla velocità della luce.

Mancano alcuni dettagli, come la trasmissione a cinghia, ma tutto il resto è al suo posto…ammortizzatore laterale compreso. Un bel giocattolo, indubbiamente, che saprà soddisfare le esigenze di mobilità urbana e brevi gite fuoriporta dei motociclisti alle prime armi ma di buon gusto o dei più navigati attenti ai costi di gestione.

Sì perché il motore è l’ormai onnipresente 659 cc. in dotazione alla/ yamaha /XT: un cuore “allegro”, in grado di portare ovunque facendo affidamento su 45 CV a 6.000 giri e 56 Nm di coppia a 5.250 giri con un particolare occhio di riguardo per i consumi.

L’autonomia, almeno così lasciano intendere le prime immagini, non dovrebbe essere un grosso problema: il serbatoio è bello muscoloso, voluminoso ma è anche proteso in avanti, proprio come vuole l’ultima tendenza tra le naked modaiole.

Anche in questo caso, le informazioni ufficiali sono scarne. Ne sapremo di più dopo il Salone di Parigi.

Autore: Emiliano Perucca

Tag: Novità , monocilindriche , strada , naked


Top